La Juventus ne vende sei: è partita la rifondazione

0
61

La Juventus ne vende sei: è partita la rifondazione. Il direttore dell’Area tecnica bianconera ha preparato la lista dei giocatori in uscita.

La prossima Juventus avrà un profilo decisamente diverso. La stagione che sta per terminare, e che ancora deve presentare il conto finale alla formazione di Massimiliano Allegri ha, però, già lanciato chiari messaggi in vista del futuro.

Giuntoli incassa i primi 80 milioni per il mercato
Cristiano Giuntoli (LaPresse) Juvelive.it

Campionato, Coppa Italia, la probabile Champions League, l’eventualità di disputare il torneo valido per la Supercoppa italiana nonché la partecipazione al Mondiale per Club segneranno fatalmente una lunga annata agonistica che durerà fino a metà luglio. Non meno di sessanta gare ufficiali attendono la Juventus. Questo è il dato da cui ripartire.

Pertanto Cristiano Giuntoli dovrà migliorare la rosa non soltanto dal punto di vista qualitativo, ma far sì che l’organico cresca, e bene, anche quantitativamente, per far sì che sia pronto a ‘reggere’ un calendario fitto di impegni.

Per una Juventus che dovrà necessariamente cambiare pelle non vi sono soltanto i profili dei possibili acquisti ma anche, e soprattutto, di coloro che dovranno lasciare la formazione bianconera la prossima estate. E che costituiranno una risorsa economica fondamentale.

E se la lista dei ‘desiderata’ di Giuntoli è decisamente lunga, altrettanto lo è quella riguardante i possibili partenti.

Giuntoli incassa 80 milioni per il mercato

Tra contratti in scadenza, possibili rescissioni e cessioni per scelta tecnica, saranno numerose le uscite dai cancelli della Continassa.

Filip Kostic
Filip Kostic (LaPresse) Juvelive.it

Pertanto non soltanto la rescissione del contratto di Paul Pogba, per le ben note vicende legate alla squalifica per doping, ed Alex Sandro, giunto alla scadenza di un contratto che non verrà rinnovato. Altri saranno gli addii. Filip Kostic sembra il primo della lista, dopo la sua deludente stagione.

In difesa, con il probabile addio di Allegri, saluterà anche Mattia De Sciglio. A centrocampo i giovani Iling Junior, Miretti e Nicolussi Caviglia potrebbero essere utilizzati come preziose pedine di scambio per arrivare ad obiettivi importanti come, ad esempio, Riccardo Calafiori.

Anche in attacco la Juventus ‘rischia’ di cambiare molto. Kean e Milik sembrano anche loro giunti ormai al termine della loro avventura in bianconero. Vlahovic e Chiesa dovrebbero rimanere alla Juventus ed attendono di conoscere i nuovi compagni di reparto. Con queste prime operazioni in uscita Giuntoli potrebbe ‘racimolare’ qualcosa come 80 milioni di euro.

Le porte girevoli in casa Juve dovranno essere oliate molto bene poiché vi sarà un intenso viavai durante la prossima estate.