Scudetto e seconda stella Inter, nuova bufera: “Vittoria a tavolino”

0
702

Scudetto e seconda stella Inter, l’assegnazione del tricolore 2005-06 continua a far discutere. Anche dopo 18 lunghi anni. 

La stagione volge ormai al termine. I giochi si chiuderanno ufficialmente a fine maggio ma la vittoria aritmerica dello scudetto da parte dell’Inter arriverà molto prima. I nerazzurri, una volta staccata la Juventus in classifica dopo lo scontro diretto del 4 febbraio, non hanno più frenato. Ed in poco tempo il distacco sulla seconda è diventato abissale.

Scudetto e seconda stella Inter, nuova bufera: “Vittoria a tavolino”
La curva dell’Inter – Juvelive.it (Lapresse)

Sono 14, al momento, i punti che separano gli uomini di Simone Inzaghi dal Milan secondo ed in caso di vittoria domenica prossima contro il Cagliari si cucirebbero sulla maglia un altro pezzetto di tricolore. Ironia della sorte l’Inter “rischia” di iniziare a festeggiare proprio nel derby della Madonnina contro i cugini in programma tra due giornate, il 27 aprile. Che dire, una bella soddisfazione per Lautaro Martinez e compagni, che taglierebbero anche il famigerato traguardo della “seconda stella”. Sì, con quello che si appresta a vincere nelle prossime settimane sale a 20 il numero degli scudetti del club nerazzurro (seconda squadra a riuscirci dopo la Juventus, che arrivò a quota 20 nel lontano 1982). E dal prossimo anno sulla maglia dell’Inter campeggerebbero non più uno solo ma due piccoli “astri”.

Scudetto e seconda stella Inter, Zampini: “Non c’è alcuna sentenza”

Nel conteggio, tuttavia, ci sarebbe anche lo scudetto della stagione 2005-06, vinto sul campo dalla Juventus ma successivamente assegnato all’Inter – che all’epoca giunse “solamente” terza – in seguito alla ben nota vicenda di Calciopoli.

“Vince solo con errori arbitrali”: l’evidenza che distrugge l’Inter
Inzaghi, tecnico dell’Inter (LaPresse) – Juvelive.it

Un tricolore che continua inevitabilmente a far discutere, anche a distanza di 18 anni. Il giornalista Massimo Zampini ha fatto chiarezza oggi sul quotidiano Tuttosport.

“L’Inter sta realmente per vincere il suo ventesimo scudetto, come da albo d’oro ufficiale? – scrive Zampini – La risposta di qualunque sportivo e di qualunque giornalista, quantomeno fuori dai circuiti ufficiali, è ovviamente negativa: i nerazzurri hanno vinto 18 scudetti sul campo e sono a un passo dal festeggiare il diciannovesimo”. “Ma poi c’è la verità storica – continua – che non è confutabile: come noto, il titolo del 2006, relativo a un campionato non oggetto di indagini, viene assegnato a tavolino alla terza classificata, staccatissima dalle prime, per decisione di un ex dirigente dell’Inter, Guido Rossi, nonostante il parere dei 3 “saggi” che insiste sul potere discrezionale della FIGC di non assegnarlo”.

“Rimarrebbe l’ultimo appiglio – conclude Zampini – “ci sono le sentenze”, ma non si sa bene a quali sentenze ci si riferisca. Non vi è alcuna pronuncia che stabilisca la legittimità di quella decisione alla luce di quanto emerso. Ogni giudice, dopo il 2006, si è dichiarato incompetente mentre, se proprio vogliamo legarci alle pronunce giurisdizionali, una sentenza del Tribunale di Milano, nell’archiviare una querela di Gianfelice Facchetti contro Moggi, ha certificato l’attività di lobbying arbitrale dei dirigenti nerazzurri”.