Infortuni, Coppe e Campionato: bingo Juventus, il calendario è storico

0
40

Juventus, tra Coppe, Campionato e impegni vari, il calendario non dà tregua: i bianconeri hanno fatto bingo.

Neanche il tempo di riprendersi dai bagordi del Ferragosto che già sarà tempo, per i tifosi dei club della massima serie, di riprendere posto sul divano e di accendere il televisore. Avrà inizio il 17 agosto, infatti, il campionato di Serie A, che porterà con sé, al di là di una nuova lotta per lo scudetto, dei “numeri” da circo. Nel vero senso della parola.

Infortuni, Coppe e Campionato: bingo Juventus, il calendario è storico
LaPresse – Juvelive.it

I numeri, si sa, parlano chiaro. E quelli relativi agli impegni di Juventus e Inter, quest’anno, sono da capogiro. Sia i piemontesi che i neo campioni d’Italia potrebbero dover giocare, un quantitativo di partite veramente abnorme. Non limitatamente al campionato in sé, s’intende, ma in senso più globale. Le due formazioni, pensate un po’, potrebbero arrivare a giocare un totale di 69 partite ciascuna. Da dove arriva questo numero? Semplice: ve lo spieghiamo subito.

Ipotizzando che entrambe arrivino in fondo a tutte le competizioni in programma nel corso della stagione 2024-2025, i loro impegni sarebbero i seguenti: giocherebbero 38 partite di Serie A, 2 di Supercoppa italiana, 5 di Coppa Italia e 7 del Mondiale per Club. Oltre alle 17, naturalmente, che l’Inter è già certa di giocare ma che per la Juve sono ancora un’incognita.

Juventus, numeri da capogiro: pronti al decollo

Queste 17 partite sono relative alla Champions League, alla quale la Vecchia Signora non è ancora qualificata, motivo per il quale non è ancora detto – ma teniamo le dita incrociate – che i bianconeri debbano giocarle. Basterà che chiudano l’anno da quinti classificati, però, per averne la certezza.

Infortuni, Coppe e Campionato: bingo Juventus, il calendario è storico
LaPresse – Juvelive.it

Torniamo a noi. 69 gare, abbiamo detto, che se da un lato assicureranno uno spettacolo senza uguali, dall’altro richiederanno un dispendio di energie non indifferente da parte delle due formazioni. Oltre ad un’adeguata strategia che permetta loro di affrontare un così elevato numeri di impegni agonistici senza incorrere in problemi di alcun genere.

Una mole di lavoro gravosa, soprattutto per la Juventus, alle prese con un momento di grandi incertezze in cui la fatica si fa sentire. Speriamo solo, allora, che per quando scoccherà l’ora dell’inizio della nuova stagione possano essere tutti pronti.