Juventus, la condanna è UFFICIALE: l’hanno combinata grossa

0
29

Juventus, la condanna è UFFICIALE. Da qualche tempo a questa parte sembra proprio che le buone notizie girino alla larga dalle parti della Continassa.

Al momento la Juventus ha bisogno di tutto fuorché di ulteriori brutte notizie. Il momento è delicato ed è un ‘momento’ che dura ormai da diversi mesi. Le ultime settimane della stagione potrebbero risultare decisive per le decisioni finali in prospettiva prossimo anno.

La condanna è UFFICIALE
La condanna è UFFICIALE (Pixabay) Juvelive.it

Può darsi, però, che le decisioni ‘basilari’ siano già state prese e che si attenda soltanto il momento giusto per renderle ufficiali. L’universo Juventus è infinito così come gli aspetti che possono coinvolgerla. Direttamente o indirettamente.

In questi ultimi giorni la società bianconera è tornata nuovamente sulle prime pagine dei giornali non per il perpetuarsi di una crisi di risultati che appare infinita, ma per via di vecchie, e nuove, vicende legate alla sua tifoseria organizzata.

Procedendo rigorosamente in ordine cronologico partiamo dalla decisione della Corte di Appello di Torino di aumentare le condanne per cinque esponenti della tifoseria organizzata della Juventus processati nell’ambito dell’inchiesta Last Banner per associazione a delinquere.

Secondo l’accusa gli esponenti della tifoseria organizzata hanno esercitato pressioni nei confronti della società Juventus, sotto forma di intemperanze e cori razzisti durante la stagione 2018-2019 per mantenere benefici e privilegi.

Ancora tifosi sotto accusa

Ancora una volta esponenti del tifo organizzato della Juventus si ritrovano protagonisti della cronaca giudiziaria.

Curva Juventus
Curva Juventus (LaPresse) Juvelive.it

È delle ultime ore, infatti, la notizia che “sei ultras sono stati arrestati dalla Digos della Questura di Torino”, come ci informa ansa.it. È l’11 maggio 2023, poco prima della gara Juventus-Siviglia, quando i sei ultras hanno accerchiato e aggredito un tifoso spagnolo rubandogli la maglia del Siviglia che aveva indosso.

Ora gli ultras sono agli arresti domiciliari. I protagonisti di questa vicenda fanno parte del gruppo denominato ‘Identità’, una delle sigle più recenti apparse nel mondo della tifoseria organizzata e legata al gruppo ‘Tradizione Antichi Valori’. Una parte del tifo organizzato della Juventus, pertanto, nuovamente protagonista in negativo.

Da sottolineare, invece, come e quanto le iniziative, ed il supporto alle indagini, da parte della società Juventus abbiano contribuito alla soluzione del problema. La Juventus è parte lesa.

Lo era anche all’inizio dell’inchiesta Last Banner, quando un procuratore, eccessivamente tifoso, ha perfino ipotizzato un coinvolgimento diretto dell’allora presidente bianconero, Andrea Agnelli.

Poi le correzioni del procuratore-tifoso, senza scusa alcuna all’ormai ex presidente. Ma di questo chi ne ha parlato, e chi se lo ricorda? In tanti è rimasta l’idea di una Juventus legata a doppio filo alla criminalità organizzata!