Infortunio Sinner, svolta improvvisa: cambiano ancora i tempi di recupero

0
24

Nelle ultime ore, i fan sono in apprensione per le condizioni di Jannik Sinner: cambiano ancora i tempi di recupero

La stagione era iniziata alla grande per Jannik Sinner: la conquista degli Australian Open, del secondo posto nel ranking Atp, e mostrando una continuità e un livello di gioco pazzeschi, poteva essere il preludio di un grande trionfo a Roma, dove tutti avrebbero fatto il tifo per lui.

Sale l'ansia per i tempi di recupero di Sinner
Le condizioni di Sinner continuano a preoccupare i tifosi (LaPresse) – juvelive.it

Purtroppo, i sogni di vincere anche nella sua nazione e far esplodere di gioia il Foro Italico si sono spezzati in quel di Madrid. Durante l’ultimo Atp in Spagna, sulla terra rossa, il tennista di San Candido ha iniziato ad accusare dei fastidi all’anca, non riuscendo a scivolare adeguatamente per i colpi laterali.

Dopo gli esami medici e strumentali del caso, ha dovuto annunciare il suo ritiro ancora prima di mettere piede a Roma, con un triste annuncio che ha deluso tutti gli appassionati di tennis e soprattutto lo stesso Sinner, che proprio non vedeva l’ora di arrivare agli Internazionali da numero 2 al mondo. Allo stesso tempo, c’è grande ansia per capire quando potrà tornare in campo e se il fastidio se ne andrà in tempi brevi.

Le condizioni di Sinner: sale l’ansia tra i fan per il Roland Garros

Il tennista di San Candido si è rivolto al J-Medical, un centro specializzato che ha curato anche Matteo Berrettini e tanti campioni del calcio, tra cui Cristiano Ronaldo. Di sicuro, Sinner non vuole correre nessun rischio, e proprio per questo ha rinunciato a Roma, ma anche il Roland Garros non è certo di avere uno dei campioni di punta dello sport italiano.

Sale l'ansia per i tempi di recupero di Sinner
Sinner parteciperà al Roland Garros solo se sarà al 100% (LaPresse) – juvelive.it

Qualche giorno fa, l’altoatesino ha dichiarato: “Se servirà un periodo di stop più lungo lo osserverò, a Parigi andrò soltanto se sarò al 100% perché non voglio accorciarmi la carriera solo per fare un torneo in più”. La priorità, quindi, resta capire come curare definitivamente l’anca senza incidere a lungo termine sulla sua vita sportiva, poi tornerà in campo.

I fan sperano che possa farlo già in Francia ed essere protagonista anche in quel caso. Di sicuro, resta l’amaro in bocca, perché dopo 28 vittorie e due sole sconfitte in questa prima parte di stagione, c’era chi sperava in un sorpasso a Novak Djokovic già nelle prossime settimane. Per il momento, è un progetto in stand-by, nella speranza di tornare presto a dominare sul campo.