Lacrime per un big della Juve, le immagini sono un vero colpo al cuore

0
40

Lacrime per un Big della Juve nel momento indubbiamente più coinvolgente di una stagione dove le emozioni sono andate sulle montagne russe.

Una stagione così non la dimenticherà nessuno, per ciò che ha presentato, per quello che ha dato e per quello che ha tolto. Non vi sono dubbi, però, che dopo l’epico 5 maggio 2002, anche il 15 maggio 2024 rimarrà impresso nella memoria dei tifosi della Juventus.

Giocatori Juventus
Giocatori Juventus (LaPresse) Juvelive.it

Una serata che avrebbe dovuto dire tante cose. Avrebbe dovuto dare tante risposte. E le risposte sono arrivate. Tutte insieme. Un’ondata inarrestabile di emozioni. Diverse, contrastanti, ma tutte di elevatissima intensità.

La finale di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus avrebbe potuto rappresentare una ciambella di salvataggio per la formazione di Massimiliano Allegri dopo tre mesi di indicibile difficoltà. La vittoria avrebbe cambiato la stagione bianconera e la sua narrazione.

La vittoria è arrivata. bella, pulita, ‘senza se e senza ma’ per Gian Piero Gasperini e per la formazione nerazzurra, anzi dove è la stessa Juventus a dover recriminare su talune decisioni arbitrali ‘discutibili’. Poi, però, c’è stato il resto.

La rabbia di Allegri ha rotto le acque e gli ultimi istanti della sfida, e soprattutto il post-gara, sono stati marchiati a fuoco dai gesti, dalle azioni e dalle parole del tecnico livornese. Poi, soltanto poi, sono arrivati i veri protagonisti.

Le ‘incontenibili’ lacrime

Lo sfogo di Allegri ha colpito non soltanto gli spettatori presenti all’Olimpico di Roma, ed i telespettatori seduti comodamente sul divano di casa, ma gli stessi giocatori della Juventus che, ad un certo punto, non sapevano più se, e come, festeggiare.

Andrea Cambiaso
Andrea Cambiaso (LaPresse) Juvelive.it

Per tanti la Coppa Italia della Juventus del 15 maggio 2024 ha rappresentato il primo trofeo, quello che, un po’ come il primo amore, non si scorderà mai. Non lo scorderà di certo Andrea Cambiaso che ha perfino bagnato il prato di Roma con le sue lacrime.

Un pianto quasi irrefrenabile nel momento in cui ha potuto stringere tra le sue mani la Coppa Italia. Alcuni suoi compagni si sono avvicinati a lui e lo hanno abbracciato, quasi a voler arrestare quel fiume di emozioni che sgorgava dagli occhi dell’esterno di Genova.

Il volto, e le lacrime di gioia, di Andrea Cambiaso, sono stati anch’essi, come l’infinito sfogo ‘allegriano’, il compendio dell’intera stagione della Juventus. Saliscendi di risultati, di giudizi, di umori che poi devono trovare uno sfogo. Liberatorio.

Come le ‘incontenibili ed emozionanti’ lacrime di Andrea Cambiaso.