Avviso Juventus da brividi: 70 milioni per Koopmeiners

0
26

Avviso Juventus da brividi, la Dea non ha alcuna intenzione di “svendere” il proprio gioiello: nuova richiesta all’orizzonte. 

In casa Atalanta si gongola. I nerazzurri hanno concluso la stagione nel migliore dei modi e cioè vincendo la prestigiosa Europa League, primo trofeo continentale nella storia della Dea. La squadra di Gian Piero Gasperini è stata capace di dimenticare in un battibaleno la sconfitta patita in finale di Coppa Italia con la Juventus prendendosi l’illustre scalpo del Bayer Leverkusen campione di Germania, prima della finale di Dublino imbattuto da ben 51 partite. Tedeschi annichiliti 3-0 (tripletta Lookman) e Bergamo in festa.

Avviso Juventus da brividi: 70 milioni per Koopmeiners
Gasperini – Juvelive.it (Lapresse)

Oltre al successo in Europa League, l’Atalanta è rientrata in extremis tra le prime quattro in campionato. E nel recupero in programma nel prossimo fine settimana con la Fiorentina può addirittura sorpassare la Juventus, chiudendo terza dietro a Inter e Milan a quota 72 punti. Insomma, un finale di stagione strepitoso, pieno di soddisfazioni. L’ultima nell’ordine di tempo è stata la conferma di Gasperini: nonostante il corteggiamento del Napoli, il tecnico nerazzurro ha deciso di continuare con la Dea. Con l’obiettivo di puntare sempre più in alto e di crescere insieme al club.

Avviso Juventus da brividi, per Koopmeiners la Dea vuole 70 milioni

Fondamentali, in tal senso, sono state le garanzie della società orobica. L’Atalanta infatti dopo aver vinto un titolo europeo ha intenzione di rilanciare le proprie ambizioni.

Le cessioni ci saranno ma non sono “obbligatorie”. Ecco perché negli ultimi giorni è lievitato il presso del centrocampista Teun Koopmeiners, da tempo nel mirino della Juventus. L’olandese ha manifestato la volontà di lasciare Bergamo dopo tre anni meravogliosi ma il giocatore di sicuro non verrà svenduto. Secondo il portale TuttoAtalanta.com, la Dea chiede almeno 70 milioni per liberare uno dei suoi gioielli, ambito anche da diversi club di Premier League, tra cui il “nuovo” Liverpool di Arne Slot.