Addio a Max Verstappen, è ufficiale: scossone senza precedenti

0
48

Max Verstappen, arriva il colpo di scena sul futuro del campione olandese: addio ufficiale, che ribaltone

In casa Red Bull la situazione, numeri alla mano, è più che positiva. Max Verstappen guida incontrastato il Mondiale ed è reduce dalla convincente vittoria nel GP di Montreal. Ma non è tutto oro ciò che luccica.

Verstappen, addio ufficiale: F1 sottosopra
Verstappen (Ansa Foto) – Juvelive.it

Sotto la sabbia rimane un malumore, un clima tutt’altro che sereno per quel che concerne la Scuderia di Milton Keynes. Il caso Horner ha aperto dissapori molto forti con il papà di Max, Jos Verstappen, con cui vi sono stati parecchi scontri verbali. Da lì in poi il timore fondatissimo che il tre volte campione del mondo potesse decidere di cambiare aria e lasciare la Red Bull per cercare nuovi stimoli altrove. Alla Mercedes, magari, dove Toto Wolff farebbe carte false per garantirsi un fenomeno come quello olandese per il post Hamilton.

Non andrà così, non nel 2025 anno nel quale il Team Principal austriaco sembra aver ormai deciso di affidare la vettura attualmente in mano al sette volte campione del mondo al giovanissimo Andrea Kimi Antonelli. Un scelta coraggiosa che, per il momento, esclude un ricchissimo assalto a Verstappen. Ma intanto la Red Bull qualche settimana fa ha detto già addio ad uno dei suoi protagonisti. Sul futuro di Adrian Newey, figura che insieme a Helmut Marko era molto vicina a Max, si parla soprattutto di Ferrari. Ma intanto le dichiarazioni inaspettate arrivate nelle scorse ore tornano a coinvolgere la Red Bull, con Newey ma anche Christian Horner al centro di parole spiazzanti.

“Assassino silenzioso”: Red Bull, accusa gravissima

Quando parla, di solito, Christian Horner non è mai banale. Tra i personaggi più criticati e ‘odiati’ a livello mediatico, il Team Principal della Red Bull è stato al centro di dichiarazioni davvero molto dure. A rivelarle è stato Eddie Jordan.

Verstappen, addio ufficiale: F1 sottosopra
Addio Red Bull: attacco durissimo (Ansa) – Juvelive.it

Il fondatore dell’omonimo team presente in Formula  è intervenuto ai microfoni di ‘Formula for Success’, noto podcast seguitissimo dagli appassionati. Al centro del discorso il suo ‘supporto’ a Newey nella difficile decisione di dire addio alla Red Bull dopo tanti anni di collaborazione e successi. Interpellando il co-conduttore, l’ex pilota David Coulthard, Jordan ha spiazzato tutti.

“Sai come mi ha chiamato quando ha trovato questo? La sua mascella era vicina al suolo, una mascella molto grande. Mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Eddie, sei un fo**uto assassino silenzioso“. Ad Horner non è andato proprio giù l’aiuto che Eddie Jordan ha dato a Newey, collaborando alla partenza dalla Red Bull. Un simpatico siparietto che prova come al Team Principal non sia andata troppo giù la partenza dal talentuoso progettista.