Ufficiale Thiago Motta, terribile notizia per i tifosi della Juventus

0
37

Brutte notizie per Thiago Motta e per i tifosi della Juventus, un annuncio che non fa felice il mondo bianconero

La stagione calcistica che inizierà tra qualche settimana vedrà ai nastri di partenza, tra le squadre attese con maggiore curiosità, la Juventus di Thiago Motta. I bianconeri hanno optato per una svolta quasi radicale dal punto di vista filosofico, sotto la spinta del football director Cristiano Giuntoli.

Ufficiale Thiago Motta, terribile notizia per i tifosi della Juventus
Thiago Motta (LaPresse) – Juvelive.it

La nuova squadra nascerà e crescerà su presupposti molto diversi rispetto a quanto avvenuto in passato dalle parti della Continassa. Si cercherà di costruire una rosa giovane e qualitativa, con un gioco più accattivante. La rottura con il ciclo di Allegri e non solo non potrebbe essere più evidente.

La Juventus, dunque, sta cercando di mettere a segno i primi acquisti per perseguire questo tipo di filosofia. Anche se non sarà facile per Giuntoli raggiungere gli obiettivi che si è prefissato e accontentare Motta. Con le trattative Douglas Luiz e Di Gregorio in dirittura d’arrivo, la ‘Vecchia Signora’ si appresta a vivere un’estate densa di profondi cambiamenti. Il club, d’altro canto, dovrà procedere a diverse cessioni eccellenti per far spazio nel budget cap a disposizione. Proprio per questo che gli addii di giocatori come Szczesny, Chiesa, Rabiot e non solo si fanno sempre più probabili. Ma non è l’unico tema fonte di preoccupazione nell’ambiente.

Juventus, senti Di Canio: “Thiago Motta rischia grosso”

Le difficoltà dell’avvio del nuovo ciclo sono evidenziate dall’ex attaccante bianconero Paolo Di Canio, oggi apprezzato commentatore televisivo. A margine della Padel Illumia Cup cui parteciperà, intervistato dal ‘Resto del Carlino’, Di Canio ha avvisato tutti sui rischi che corre la Juventus.

Ufficiale Thiago Motta, terribile notizia per i tifosi della Juventus
Thiago Motta (LaPresse) – Juvelive.it

“Successe qualcosa di simile nel 1990 – ha spiegato – Si passò da Trapattoni al nuovo. Con Maifredi, arrivammo io, De Marchi, Luppi, quindi Orlando, Baggio, Hassler. All’inizio le cose andarono bene, poi crollammo nel girone di ritorno rimanendo fuori dall’Europa. Ci furono anche diverse liti nello spogliatoio”.

Insomma, Di Canio teme un Maifredi-bis. Anche lui, all’epoca, era arrivato dal Bologna alla Juventus con ottime credenziali. Smentite poi dai fatti, purtroppo per lui e per i bianconeri. Thiago Motta spera di non fare lo stesso percorso, ovviamente, ma è il primo a sapere che l’asticella sale, per lui e per tutti, e che sarà fondamentale sbagliare il meno possibile. Il primo banco di prova, in un senso o nell’altro, sarà rappresentato dal mercato.