Inchiesta UFFICIALE Uefa: “rientra” in ballo la Juventus

0
563

Inchiesta UFFICIALE Uefa, un ispettore etico e disciplinare condurrà un’indagine: squalifica in vista?

L’Inghilterra, ieri, è finita a pochi centimetri dal baratro. E quando l’eliminazione sembrava ormai inevitabile, a scongiurare quella che sarebbe stata una caduta fragorosa, c’hanno pensato i suoi campioni.

Inchiesta Uefa al via: in ballo anche la Juventus
Il logo della Uefa – Juvelive.it (Lapresse)

Prima Jude Bellingham, che ad una manciata di secondi dalla fine dei tempi regolamentari – eravamo in pieno recupero – ha tirato fuori dal “cilindro” uno strepitoso gol in rovesciata. Poi il suo cannoniere Harry Kane, che appena iniziati i supplementari con un preciso colpo di testa ha ribaltato un’ottima Slovacchia, andata vicinissima ad una storica qualificazione ai quarti di finale di un Europeo. Ma soprattutto a mandare a casa i vicecampioni continentali, deludenti ma aggrappati alle immense qualità dei suoi singoli. Il commissario tecnico inglese Gareth Southgate ha tirato un lungo sospiro di sollievo, consapevole del fatto che se le cose fossero andate male sarebbe stato il primo a finire sul banco degli imputati. Fatto sta che la selezione dei Tre Leoni, nonostante la grande sofferenza, alla fine ce l’ha fatta a superare il turno. Ed ai quarti affronterà quella Svizzera che sabato scorso si è presa, con pieno merito, lo scalpo dell’Italia di Luciano Spalletti.

Inchiesta UFFICIALE Uefa, Bellingham come Ronaldo?

Lo stesso Bellingham, con il suo gesto tecnico, ha riscattato le ultime due prestazioni non particolarmente esaltanti. Al punto che in patria erano già iniziati i processi.

Il fenomenale giocatore del Real Madrid ha comunque trovato il modo di far discutere per via del gesto mimato dopo la rete alla Slovacchia, avvicinando entrambe le mani all’inguine. Molto simile, guarda caso, a quello che fece Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus  nell’indimenticabile partita con l’Atletico Madrid in Champions League (stagione 2018-19). Un’esultanza “incriminata”, sulla quale farà presto luce la UEFA. “Un ispettore etico e disciplinare – si legge nella nota – condurrà un’indagine disciplinare in merito a una potenziale violazione delle regole fondamentali di condotta decorosa da parte del giocatore della Federcalcio inglese, Bellingham, presumibilmente verificatasi durante questa partita”.