Berrettini ‘inguaia’ Sinner, la notizia scuote Wimbledon: cosa succede

0
29

Al secondo turno di Wimbledon Jannik Sinner dovrà affrontare nel derby tutto azzurro Matteo Berrettini, una sfida che preoccupa il numero uno

Tutto bene all’esordio per i due azzurri più attesi a Wimbledon. Vittorie sia per Jannik Sinner che per Matteo Berrettini, che hanno battuto rispettivamente Hanfmann e Fucsovics, accedendo al secondo turno. Dove purtroppo, come già sapevamo dal tabellone, ci sarà a questo punto il derby tanto atteso.

Berrettini inguaia Sinner a Wimbledon
Matteo Berrettini contro Jannik Sinner a Wimbledon (LaPresse) – Juvelive.it

Un gran peccato, visto che speravamo di vedere fare a entrambi più strada possibile. Sinner vuole proseguire nella sua cavalcata in vetta al ranking, primato che manterrà comunque al termine di Wimbledon, qualsiasi dovesse essere l’esito del torneo. Berrettini, invece, dopo un 2023 da incubo, sta tentando una difficile risalita in classifica e qualche segnale positivo negli ultimi mesi lo ha dato.

Il romano, proprio a Wimbledon, anche in una annata da horror lo scorso anno aveva dato spettacolo, arrivando fino agli ottavi e cedendo solo a uno scatenato Alcaraz. Adesso, di fronte avrà il connazionale diventato numero uno ATP e con una rinnovata consapevolezza. Ma parlando di Berrettini, siamo sempre di fronte a un ex finalista di Wimbledon e dunque per Sinner la sfida non si annuncia facile. Non solo per questo motivo.

Berrettini prova lo sgambetto a Sinner, c’è un dato eclatante a suo favore

La bravura di Berrettini sull’erba è comprovata dagli ottimi risultati ottenuti su questa superficie, non soltanto ai Championships. Ecco perché Sinner dovrà stare molto attento.

Berrettini, il dato che preoccupa Sinner
Matteo Berrettini prova a stupire ancora a Wimbledon, ecco perché può battere Sinner (fonte: © LaPresse) – Juvelive.it

Dal 2020 ad oggi, infatti, sull’erba Berrettini ha lo score migliore di tutti i tennisti del circuito. Ben 28 vittorie e appena 5 sconfitte. Infatti, parliamo di colui che si impose due volte di fila al Queen’s, nel 2021 e nel 2022, oltre alla vittoria ottenuta a Stoccarda due anni fa. Sempre in Germania, qualche settimana fa è arrivato in finale.

Insomma, un autentico specialista che rappresenta una sfida molto dura per Sinner, nonostante l’altoatesino, a sua volta, abbia compiuto notevoli miglioramenti negli ultimi anni su questa superficie. Nelle ultime due apparizioni a Wimbledon, è stato fermato da Djokovic, prima ai quarti di finale due anni fa e poi in semifinale lo scorso anno. Adesso punta al traguardo massimo, ma le insidie questa volta sono tante fin dall’inizio. Vedremo come se la caverà e se confermerà ancora una volta le stimmate del predestinato.