Choc nel campionato italiano, iscrizione a rischio per uno storico club: il motivo

0
32

Un club del nostro calcio che vanta una lunghissima storia rischia di non iscriversi al campionato, ecco di chi si tratta

L’inizio della stagione 2024-2025 ci sembra così lontano, ma in realtà non è così, anzi questa è la fase in cui è importante non farsi cogliere impreparati per quando si dovrà fare sul serio e gli errori dovranno essere ridotti a zero. Questo vale certamente in sede di calciomercato, dove tutti i club cercheranno di rafforzare la rosa nei ruoli in cui sono carenti, ma non solo.

club rischia iscrizione al campionato
Sono ore cruciali per il futuro di un club – Foto | Canva – Juvelive.it

È infatti altrettanto importante, se non di più, essere in regola sul piano economico e avere bilanci il più possibile sani. Farcela diventa sempre più difficile, soprattutto se si vuole competere ad alti livelli anche in ambito europeo, ma ci sono casi ancora più gravi, dove si arriva anche a non avere i requisiti necessari per iscriversi al campionato, come sta accadendo a una delle società storiche del nostro calcio.

Un club rischia l’iscrizione al prossimo campionato

Ma quale sarebbe il club che potrebbe vedersi rifiutata l’iscrizione al prossimo campionato di calcio ed essere costretto a fare da spettatore agli avversari? Il riferimento è alla Fermana, che manca secondo le ultime verifiche di un requisito fondamentale affinché questo possa essere consentito: il pagamento regolare degli stipendi di tutti i dipendenti, calciatori compresi.

club rischia iscrizione al campionato
Il futuro della Fermana è a rischio – Foto | Facebook @fermanafootbolclub – Juvelive.it

I tempi sono davvero ristretti, soprattutto perché la cifra che è necessario recuperare per essere ammessi è davvero ingente: 300 mila euro. Se questi non dovessero esserci, l’esclusione sarebbe praticamente certa. L’importo si riferisce agli stipendi di aprile e maggio, mentre è possibile usufruire di una proroga per quanto riguarda le mensilità di giugno, quando ci si potrebbe muovere entro la fine di agosto. Se venisse concesso questo slittamento, la questione sarebbe nelle mani della nuova proprietà, che però non ha ancora formalizzato l’acquisto delle quote, nonostante sia una questione di cui si parla da tempo. A riportarlo sono i media locali.

Le lacune da colmare sono davvero tante e non sono solo di tipo economico. C’è infatti da mettere a punto anche la rosa, oltre alla panchina, senza di quelli è ovviamente impossibile scendere in campo e prepararsi alle gare ufficiali. Le opzioni allo studio sono al momento due. Se non dovesse esserci alcuno stralcio del debito, la Fermana dovrebbe giocare in Serie D, ma con un budget davvero risicato, esattamente come accaduto nell’ultima annata in Serie C. È difficile però che in panchina possa sedere ancora Andrea Mosconi, che dovrebbe essere lasciato libero di scegliere una nuova destinazione per il suo futuro, il Giulianova al momento è in pole. Il destino della società sarà comunque chiaro, in un senso o nell’altro, a breve, visto che il prossimo 8 luglio aprono ufficialmente le iscrizioni al massimo campionato dilettantistico.