Fuori tutto Juventus: le cessioni sbloccano l’affare da 50 milioni

0
9

Fuori tutto Juventus, Giuntoli non molla il giocatore: per l’affondo decisivo però servono altre cessioni. 

Cristiano Giuntoli e i suoi collaboratori stanno facendo tutto il possibile per fare in modo che la Juventus possa tornare a lottare quanto prima per traguardi importanti, come ad esempio lo scudetto. L’ultimo tricolore la Signora l’ha vinto nel 2020 con Maurizio Sarri in panchina. Un digiuno che inizia a diventare lungo.

Fuori tutto Juventus: le cessioni sbloccano l’affare da 50 milioni
L’Allianz Stadium – Juvelive.it (Lapresse)

La Coppa Italia sollevata lo scorso maggio a Roma deve essere considerata come un punto di partenza: un primo “mattoncino” che faccia da preludio ad una stagione ancora più ambiziosa. Per riuscirci il responsabile dell’area tecnica bianconera si è mosso con enorme anticipo sul mercato e nei primi dieci giorni di luglio ha già portato tre nuovi giocatori alla Continassa. Due centrocampisti, Douglas Luiz e Khephren Thuram, e un portiere, Di Gregorio. Tre operazioni in entrata per far felice l’allenatore Thiago Motta, che oggi dirigerà ufficialmente il suo primo allenamento da tecnico della Juventus. L’ex condottiero del Bologna avrà sicuramente bisogno di un po’ di tempo ma l’obiettivo è quello di alzare il più possibile l’asticella, già a partire dai primi mesi della stagione che sta per iniziare.

Fuori tutto Juventus, i bianconeri accelerano per Sancho

La sensazione è che la Juventus continuerà a comprare ma non prima di aver ceduto altri giocatori. Il prossimo a lasciare la Continassa potrebbe essere Federico Chiesa: la frattura con la società dopo il mancato rinnovo a quanto pare è insanabile.

Giuntoli, una volta salutato l’ex Fiorentina, potrà fiondarsi su altri obiettivi di mercato. Non c’è solo Koopmeiners dell’Atalanta. La Juventus, come riferisce il giornalista di Sky Sports Dharmesh Sheth, continua a “spingere” per Jadon Sancho, rinato a Dortmund negli ultimi sei mesi. Il giocatore è di proprietà del Manchester United, che chiede almeno 40 milioni di sterline per privarsene, cifra che i gialloneri tedeschi al momento non possono sborsare.