Juventus-Atalanta, Gasperini: “Ci servirà per quando li riaffronteremo”

0
97
Gian Piero Gasperini
Gian Piero Gasperini ©Getty Images

JUVENTUS-ATALANTA / TORINO – Ecco le dichiarazioni rilasciate al termine del match ai microfoni di Premium Sport dal tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini: “Pressione mediatica o forza della Juve? Non credo la pressione mediatica, perchè noi siamo abbastanza al di fuori di queste situazioni. Pensavamo di essere alla pari della Juve, anzi questa è stata una partita importante che ci servirà molto, perchè dobbiamo incontrarli ancora in Coppa e Italia e in campionato a Bergamo. E questo è un primo incontro che ci permette di capire quanta distanza c’è nel tempo e speriamo nel girone di ritorno di avvicinarci di più a loro. Abbandonare i sogni? Nessuno fa di questi discorsi a Bergamo. Abbiamo fatto una striscia molto importante che ci ha portato a questa partita. Ci siam scontrati contro la squadra più forte, ma questo lo sapevamo già alla vigilia. Ripeto è stato un test che ci permetterà di lavorare e di migliorarci, vedendo anche quello che è la Juventus oggi. Due gol subiti su calci d’angolo fanno arrabbiare? Sì, anche perchè non ne avevamo mai subiti, anzi spesso ci erano a favore. Però al di là dei due episodi la partita è stata chiaramente difficile per noi e solo a tratti abbiamo fatto delle buone cose. Quello di stasera era un punto di partenza per noi. Ora sappiamo cosa vuol dire giocare contro questi giocatori e con questo tipo di squadre. Ma sono convinto che da questa partita ne usciremo con più conoscenza e più possibilità di migliorarci. Pochi inserimenti dei centrocampisti? Questa sera erano difficili, perchè nella fase di riconquista palla non siamo stati bravi come altre volte, o è stata brava la Juventus. Abbiamo tanti ragazzi giovani e vedremo se nell’arco del campionato questa partita ci tornerà utile. Deluso dall’aproccio? Assolutamente sì, ci siamo riusciti tante volte, oggi un po’meno. Questo credo che un po’ sia colpa nostra e un po’ per la forza della Juventus, però è la cosa dove siamo indubbiamente mancati. L’altra cosa è che dovevamo giocare un po’meglio tecnicamente, altrimenti a queste squadre non lo metti in difficoltà. L’abbiamo fatto solo a sprazzi, abbiamo sbagliato molto, a volte abbiamo fatto delle battaglie individuali, dove non avevamo niente da guadagnare in questo senso. Però non sono deluso, e come ho detto prima è una fase dalla quale ripartire. Rischio che vadano via i gioielli? Non so quello che sarà il mercato, ma come ho già detto altre volte l’Atalanta punta a migliorarsi e sono convinto che potrà fare sempre meglio in futuro. Abituato a cambiare squadra in corso? Non credo che succederà questa volta.