Juventus-Bernardeschi: domani Marotta prova a chiudere

0
391

Federico Bernardeschi ©Getty Images

E’ cominciato il raduno a Vinovo per la Juventus, la prossima settimana poi la squadra bianconera volerà alla volta degli Stati Uniti per la tournee americana. Intanto il calciomercato Juventus continua a muoversi e la dirigenza del club torinese continua a muoversi alacremente per fornire ad Allegri i giusti innesti. Un nome caldo è quello di Federico Bernardeschi della Fiorentina, che nelle ultime settimane è stato più volte accostato alla ‘Vecchia Signora’. L’ex Crotone potrebbe rappresentare il colpo perfetto per il 4-2-3-1 del tecnico livornese, da tempo a caccia di esterni di spessore. La Juventus avrebbe già presentato un’offerta al club viola di 40 milioni più 2 di bonus, la Fiorentina ne chiederebbe però 40 di parte fissa e almeno 10 di bonus. Intanto la Fiorentina ha diramato la lista dei convocati per il ritiro e fra i nomi presenti c’è anche Bernardeschi, anche se il numero 10 viola dovrebbe raggiungere il resto del gruppo il 17 luglio in seguito all’Europeo U21.

Calciomercato Juventus, incontro per Bernardeschi

La Juventus intanto non molla il colpo, ed anzi insiste ancora. Domani è previsto l’incontro tra la dirigenza juventina e quella della Fiorentina per discutere del passaggio di Federico Bernardeschi alla corte di Massimiliano Allegri. Marotta cercherà di convincere il presidente gigliato Cognini con un’offerta complessiva intorno ai 40 milioni di euro. I viola invece dal canto loro vorrebbero alzare l’asticella fino ai 50 milioni con l’aggiunta di diversi bonus. La differenza non è comunque insormontabile e la volontà del calciatore potrebbe prevalere dopo aver rifiutato la scorsa settimana il rinnovo di contratto proposto dal club toscano. Intanto lo stesso tecnico viola, Stefano Pioli si è espresso in conferenza stampa su Bernardeschi: Non è questione di restarci male o meno. Ci ho parlato comunicandogli le mie idee. Normale che piaccia allenare i giocatori forti come Bernardeschi o anche Kalinic. Poi le motivazioni condizionano il mercato, qualunque decisione presa sarà per il bene di tutti”.