Dybala
Dybala © Getty Images

Parole da leader. Paulo Dybala, alla sua prima con la maglia numero 10 all’Olimpico contro la Lazio, ha rilasciato dichiarazioni importanti a “La Stampa” per quanto riguarda la prestazione contro i biancocelesti. La Juventus è apparsa fuori forma, senza voglia come svela la “Joya”: “Sono preoccupato, non abbiamo fatto una prestazione da grande squadra. Anzi. Abbiamo dimostrato di non aver avuto cattiveria né voglia di vincere. La Lazio ha meritato ampiamente la Supercoppa”. Dichiarazioni che suonano come un campanello d’allarme: “Siamo entrati con tutta la voglia del mondo e dopo 10′ ci siamo rilassati”.

Juventus, giorno libero immeritato

Massimiliano Allegri, allenatore dei bianconeri, ha concesso secondo le news Juventus un giorno libero ai suoi ragazzi dopo la sconfitta con la Lazio, ma il talento argentino della Juventus ha criticato parzialmente la scelta del tecnico livornese: “Spero che ognuno di noi si sia fatto un esame di coscienza, approfittando del giorno libero che immeritatamente abbiamo avuto. Non possiamo fare prestazioni del genere, siamo la Juventus e dobbiamo cambiare atteggiamento”. Poi Dybala ha cercato di spiegare i motivi della sconfitta dell’Olimpico: “Abbiamo preso tre gol e di solito non ci succede. In questi giorni dobbiamo pensare bene a cosa vogliamo, perché tutti ci vogliono battere e molti si sono rinforzati. Se non ci diamo una mossa sarà veramente molto dura”. Infine una battuta sui due giocatori che sono andati via a luglio Bonucci e Dani Alves: “Loro erano importanti per noi perché sono giocatori di buon piede e dalla mentalità vincente. Leo si conosceva molto bene con Barzagli, Chiellini e Buffon, è difficile rimpiazzarlo”.