Esultanza Juventus © Getty Images

La Juventus vuole proseguire nella marcia trionfale in campionato. Cinque vittorie su cinque partite, vetta della classifica a punteggio pieno e pari punti con il Napoli. Nell’anticipo di questa sera, i bianconeri saranno impegnati nel derby contro il Torino. I granata sono in uno momento di forma eccellente e non hanno mai perso in campionato. Sfida, quindi, che si prospetta ricca di spettacolo.

Juventus-Torino, le idee di Allegri e Mihajlovic

Massimiliano Allegri, rispetto alla vittoria di mercoledì contro la Fiorentina, medita ben sei cambi di formazione. Partendo dalla porta dove tornerà Gigi Buffon al posto di Szczesny. Difesa del tutto nuova rispetto a due giorni fa con Lichtsteiner, Benatia, Chiellini Alex Sandro pronti a scendere in campo dal primo minuto. Torna titolare anche Pjanic, sostituito alla grande da Bentancur contro la Viola; a difendere le spalle del bosniaco ci sarà l’ormai inamovibile Matuidi. Il tecnico bianconero non vuole sbagliare nel derby e in attacco dovrebbe affidarsi ancora al poker d’assi classico composto da Cuadrado-Dybala-Mandzukic-Higuain. Allegri non ha però escluso che uno dei quattro attaccanti possa riposare: scalpitano per una maglia da titolare sia Douglas Costa che Bernardeschi. I maggiori indiziati a sedere in panchina sarebbero, in questo caso, Cuadrado o Mandzukic.

Mihajlovic, invece, dovrà ancora fare a meno di Barreca: al suo posto, sulla fascia sinistra, pronto Molinaro. L’allenatore serbo va verso la conferma dell’undici che ha vinto in casa dell’Udinese: l’unico ballottaggio riguarda Niang che si gioca il posto con Berenguer.

Juventus-Torino, le probabili formazioni

Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Matuidi, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic; Higuain. Allenatore Allegri

Torino (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Molinaro; Rincon, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti. Allenatore Mihajlovic