Immobile Inzaghi © Getty Images

Domani alle ore 18.00 all’Allianz Stadium, la Juventus ospiterà la Lazio in un remake della finale di Supercoppa di agosto vinta dai biancocelesti. Ad ora di pranzo ha parlato in conferenza stampa Massimiliano Allegri, seguito qualche ora dopo dall’allenatore capitolino Simone Inzaghi che ha dichiarato: “Abbiamo sfruttato la sosta per le Nazionali soprattutto con chi è rimasto qui. Chi non si è aggregato alle rispettive selezioni ha lavorato bene. Abbiamo cercato di recuperare più giocatori possibili. Riavremo Bastos, vedremo se giocherà dall’inizio”. 

Sugli infortunati, Inzaghi ha dichiarato: “Sapevamo che Wallace sarebbe stato difficile riaverlo dopo la sosta, avendo un problema al polpaccio. Per noi è un giocatore importantissimo. Se ci dovessero volere dieci giorni in più per recuperarlo non importa. Lo aspettiamo a braccia aperte. Nani invece è rimasto qui e ha lavorato molto bene con giusta intensità. Verrà impiegato sul campo. Non gli regalerò nulla ma credo sia pronto. Per quanto riguarda Lukaku contiamo di recuperarlo per giovedì in Europa League”. 

Juventus-Lazio, Inzaghi parla in conferenza

L’allenatore della Lazio ha poi analizzato il match di domani: “Sappiamo che domani dovremo avere grandissima umiltà, ma anche furore agonistico. Dovremo essere aggressivi e determinati. Troveremo una Juventus arrabbiata per l’ultimo pari contro l’Atalanta e per la sconfitta in Supercoppa di agosto. In casa sono quasi imbattibili, ma vogliamo fare una gara giusta. Le ultime volte a Torino non abbiamo fatto bene. Rispetto alle altre i bianconeri sono di un altro livello, dovremo fare la partita perfetta sperando non siano in una giornata top”.

Sulle qualità della Juventus ha invece detto: “Hanno perso giocatori importanti nel corso degli anni, ma ne hanno acquistati altrettanti. Sarà una Juventus da battere, che farà benissimo in Champions e in campionato. Il Napoli si è avvicinato tanto, ha avuto la forza di non cambiare. Li vedo più avanti rispetto alle altre antagoniste. È normale che in Italia i bianconeri siano i più forti, ma anche in Europa hanno dimostrato di essere fortissimi. Il 13 agosto abbiamo fatto una gara unica, meritando di vincere. In gare singole tutto può capitare. Dovremo dare il 110 per cento. Solo così potremo limitare la Juve”.