Attaccante Juventus
Mandzukic © Getty Images

La Juventus è chiamata domani pomeriggio a rimediare al mezzo passo falso dell’ultimo turno contro l’Atalanta che è costato il primo posto in classifica. Allegri dovrebbe avere a disposizione anche Mario Mandzukic, come dichiarato anche in conferenza stampa: “Non dite a Mandzukic che sta male che si arrabbia. Sta bene, si è allenato e può giocare: credo non abbia avuto niente in Nazionale.” Il bomber croato è quindi prontissimo a riprendere posto sull’out di sinistra dell’attacco bianconero, nonostante l’infortunio occorso in Nazionale. La tenacia di Mandzukic è ormai ben nota, e anche il nuovo ct della Croazia, Zlatko Dalic ha subito avuto modo di constatarlo. Il numero 17 della Juventus, a dispetto dei problemi fisici è infatti sceso comunque in campo nel secondo impegno della selezione croata. L’ennesima prova di forza di Mandzukic, finito nelle grazie anche di Dalic.

Juventus, Mandzukic guerriero bianconero

Il ct croato ha parlato ai microfoni di Tuttosport, elogiando la forza mentale dell’attaccante di Allegri: “Mario vuole giocare, sempre. E per la sua squadra, che sia la Nazionale o la Juventus, dà tutto se stesso. Sì, è vero: altri giocatori con il problema che aveva Mario non sarebbero scesi in campo di loro volontà. Ha uno spirito da guerriero ed è super professionale: conoscendolo, non mi ha stupito. Se potessi, nella mia squadra ideale vorrei avere undici giocatori come Mario“.

Dalic ha poi detto la sua anche su Pjaca: “Credo molto in Marko, il suo infortunio è una grossa perdita tanto per la Juventus quanto per noi. Spero che Marko rientri il prima possibile e mi auguro di convocarlo per le prossime partite”.