Zdenek Zeman ©Getty Images

Gli anni passano ma le polemiche di Zdenek Zemannei confronti della Juventus non sembrano giungere mai a conclusione. E pensare che le origini dell’astio del tecnico boemo verso il club bianconero risalgono ormai a quasi 20 anni fa. Era il luglio del 1998 quando l’allenatore puntò il dito contro l’uso di doping indiscriminato e disinvolto nel mondo del calcio. In particolare già allora la squadra finita sotto la sua accusa fu proprio Madama ed i suoi dirigenti. Dalla denuncia di Zeman scaturirono processi penali e sportivi che si conclusero con l’assoluzione dei vertici e della Vecchia Signora stessa per l’utilizzo di EPO. Ciononostante, le accuse di Zeman nei confronti della Juventus continuarono a moltiplicarsi.

Juventus, nuove bordate da Zeman

Ricordiamo recentemente l’attacco di alcuni mesi fa contro gli Scudetti vinti dalla Juve all’epoca di Luciano Moggi. Ebbene, come era lecito attendersi dal personaggio, queste non sono state le ultime frasi al veleno del boemo verso la società di Corso Galileo Ferraris. Nella giornata odierna, infatti, Zeman ha attaccato ancora una volta la Juve. Intervenuto in conferenza stampa alla vigilia della partita di domani pomeriggio contro lo Spezia, l’attuale tecnico del Pescara ha risposto alle critiche ricevute dalla stampa per la posizione in classifica della compagine abruzzese riservando nuovamente bordate a Madama: “La Juventus ha Tuttosport, un giornale che aiuta la squadra, noi no: contro di noi ci sono solo critiche e i tifosi si fanno influenzare. Dobbiamo giocare bene per far venire i tifosi allo stadio, ma sembra che in trasferta facciamo il miglior calcio, mentre solo qui in casa giochiamo male”.