Allenatore Juventus
Massimiliano Allegri © Getty Images

Con il raggiungimento degli ottavi di finale di Champions League ottenuto ieri sera dalla Juventus in seguito alla vittoria ottenuta con autorevolezza sul campo dell’Olympiakos, è giunto un importante traguardo a livello personale anche per quanto riguarda Massimiliano Allegri. L’allenatore bianconero ha avuto modo di raggiungere per l’ottava volta consecutiva l’ottenimento della qualificazione agli ottavi della massima competizione calcistica europea dalla stagione 2010/2011, quando era alla guida del Milan. Per Allegri è senza dubbio un importante traguardo, capace di rendere al meglio anche quella che è la bontà del lavoro svolto non solo nei suoi anni in bianconero ma anche nell’esperienza che ha preceduto il suo arrivo sulla panchina della Juventus.

Allegri
Massimiliano Allegri © Getty Images

Juventus, Allegri entra sempre più nel gotha degli allenatori

Assieme ad Allegri potevano fregiarsi di una simile impresa solamente Arsene Wenger e Josè Mourinho. Il manager dell’Arsenal resta praticamente irraggiungibile in cima a questa speciale graduatoria degli allenatori capaci di frequentare l’Europa che conta per parecchi anni di fila: l’alsaziano ci è riuscito con la sua squadra dal 2002/2003 al 2016/2017. Assieme ad Allegri poi c’era Josè Mourinho, che rimane fermo a 7. Intanto la Juventus può già cominciare a fare dei calcoli su quella che potrebbe essere la possibile rivale proprio agli ottavi nel doppio confronto che andrà in scena tra febbraio e marzo. I pericoli maggiori sono rappresentati da Manchester City e Paris Saint-Germain, ma occhio anche al Manchester United degli ex bianconeri Paul Pogba e Zlatan Ibrahimovic. Il sorteggio avverrà lunedì prossimo nella sede della UEFA a Nyon dalle ore 12:00.