Juve-Sampdoria Mandzukic
Juve-Sampdoria Mandzukic © Getty Images

Pagelle e tabellino di Juve-Sampdoria

La Juventus travolge per 3-0 la Sampdoria di Giampaolo, dimentica il Real Madrid e guadagna altri due preziosissimi punti nella corsa scudetto. Douglas Costa cambia la partita in uscita dalla panchina regalando tre assist per i gol di Mandzukic, Howedes e Khedira. I bianconeri volano così a +6 dal Napoli di Maurizio Sarri.

JUVENTUS

Buffon 6,5 – Sempre lucido quando chiamato in causa. Nel primo tempo è attento sul colpo di testa di Quagliarella e non si fa sorprendere sul primo palo. Nel finale salva invece su Zapata mantenendo inviolata la propria porta.

Howedes 7 – Alla seconda presenza stagionale, il tedesco mostra tutte le sue potenzialità inespresse a causa degli infortuni: senso della posizione, esperienza e personalità. Nella ripresa si fa trovare pronto in area di rigore e realizza addirittura il primo gol in maglia bianconera.

Rugani 6 – Gara attenta e ordinata senza correre particolari rischi. È solo impreciso in un paio di disimpegni palla al piede.

Chiellini 6,5 – Zapata è un cliente piuttosto scomodo, ma l’esperto centrale bianconero è come al solito insuperabile. Leader come pochi.

Asamoah 6 – È sempre attento in marcatura e nei ripiegamenti difensivi, accompagna con costanza la manovra dei suoi ed è molto coinvolto dai propri compagni.

Khedira 7 – Gara di grande sostanza in entrambe le fasi di gioco. La gestione della palla è ottima, l’interdizione e la fase difensiva altrettanto. Nel finale si regala anche la gioia del gol. Dal 81′ Sturaro s.v.

Pjanic 6 – Offre le solite geometrie e la solita regia prima di lasciare il terreno di gioco per infortunio. Dal 44′ Douglas Costa 7,5 – Entra e serve subito un assist al bacio per Mandzukic. Nella ripresa concede il bis regalando la prima gioia in maglia bianconera a Benedikt Höwedes. Come se non bastasse, nel finale accelera e fornisce un altro assist, stavolta a Khedira.

Matuidi 6,5 – Lotta e si sacrifica per i propri compagni compiendo una gara di grande corsa e a tutto campo. Imprescindibile.

Cuadrado 6 – È meno pericoloso del solito, ma costringe comunque Regini a una gara di puro contenimento. Stranamente impreciso anche in zona gol.

Mandzukic 7 – Sblocca un match fin lì complicato con una conclusione al volo che non lascia scampo a Viviano. Gol che, di fatto, spiana la strada ai bianconeri. Marione è tornato.

Dybala 6 – In una serata in cui è meno ispirato del solito, ci pensano i vari Douglas Costa e Mandzukic a sbrigare la pratica Sampdoria. Prova un paio di conclusioni dalla distanza senza troppa fortuna, poi dialoga con i propri compagni. Dal 66′ Bentancur 6 – Entra e garantisce maggiore freschezza e copertura in mezzo al campo.

All. Allegri 7 – In conferenza stampa aveva chiesto una reazione di rabbia dopo la delusione di Madrid. A giudicare dal risultato è stato ampiamente accontentato.

 

SAMPDORIA 

Viviano 6 – Fa quel che può prima di arrendersi alle conclusioni di Mandzukic, Howedes e Khedira. In tutti e tre i gol subiti è però esente da colpe.

Sala 5,5 – Compie una gara attenta e diligente fino all’ingresso in campo di Douglas Costa. Da quel momento è in balia dell’esterno brasiliano.

Ferrari 5 – Spesso morbido in marcatura. Mandzukic prima e Howedes poi lo puniscono.

Silvestre 5,5 – Anche il leader della retroguardia blucerchiata soccombe sotto i colpi degli attaccanti bianconeri. Male nella ripresa.

Regini 5,5 – Soffre la vivacità e gli uno contro uno di Cuadrado e finisce per non superare quasi mai il proprio centrocampo.

Barreto 5 – In costante sofferenza contro le continue sortite dei centrocampisti avversari. Gara da dimenticare. Dal 81′ Verre s.v.

Torreira 5,5 – È uno degli ultimi a mollare in casa blucerchiata, ma anche lui compie una prestazione piuttosto sottotono. Non è mai in partita.

Praet 5,5 – Inizia con buone giocate e personalità, poi scompare dal match.

Ramirez 5 – Fatica ad entrare in partita ed a trascinare la manovra offensiva dei suoi e non crea mai problemi tra le linee avversarie. Impalpabile. Dal 61′ Caprari 5,5 – Non riesce a cambiare le sorti del match nei 30 minuti in cui è chiamato in causa.

Quagliarella 6 – Nella prima frazione di gioco è senza dubbio tra i più positivi. Inspiegabile la sua sostituzione al rientro dagli spogliatoi. Dal 46′ Kownacki 5 – Non si rende mai pericoloso dalle parti di Buffon.

Zapata 5 – La sua prima ed unica occasione da gol arriva nel recupero, a risultato ormai compromesso. Perde il duello con Chiellini.

All. Giampaolo 5 – La sua squadra resta in partita per 45 minuti fino al gol di Mandzukic. Da quel momento è un monologo Juve.

 

Arbitro: Mariani 6 – Gestione impeccabile in un match sempre corretto. Non ci sono episodi dubbi da segnalare.

 

TABELLINO

JUVENTUS-SAMPDORIA 3-0

Juventus (4-3-3): Buffon ; Howedes, Rugani, Chiellini, Asamoah; Khedira (81′ Sturaro), Pjanic (44′ Douglas Costa), Matuidi; Cuadrado, Mandzukic, Dybala (66′ Bentancur). A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Barzagli, Alex Sandro, Lichtsteiner, Marchisio, Higuain. All.: Allegri

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Sala, Ferrari, Silvestre, Regini; Barreto (81′ Verre), Torreira, Praet; Ramirez (61′ Caprari); Quagliarella (46′ Kownacki), Zapata. A disp.: Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Linetty, Strinic, Capezzi. All.: Giampaolo.

Arbitro: Maurizio Mariani (Sez. di Aprilia)

Marcatori: 45′ Mandzukic (J), 60′ Howedes (J), 75′ Khedira (J)

Ammoniti: 33′ Asamoah (J), 53′ Howedes (J)

Espulsi: –

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK