Real-Juve, arbitro Oliver
Michael Oliver ©Getty Images

Michael Oliver, arbitro di Real-Juve, ha parlato così: “Vissuto giorni strani, ma ho avuto supporto”.

IL rigore fischiato da Michael Oliver a pochi istanti dalla fine di Real Madrid-Juventus ha fatto infuriare un po’ tutto l’ambiente juventino. L’entrata scomposta di Benatià ha mandato all’aria una partita fatta di tanta grinta e tanto sudore: la Juventus conduceva per 0-3 al Bernabeu dopo ribaltando il risultato subito all’andata allo Stadium. In pochi secondi è però tutto finito e nel dopo gara si è aperto un mondo. Buffon ha lamentato il carattere dell’arbitro facendo appello alla sua ‘sensibilità’. Anche Agnelli ha avuto da ridire con furia in tv dopo il rigore concesso ai ‘blancos’ sul finire. L’arbitro, protagonista assoluto di quella chiamata, non ha vissuto giorni facili: per lui e la moglie sono arrivate perfino minacce dai social. Intanto in patria il suo talento da arbitro emergente non è messo in discussione tanto che è stato premiato con la designazione della finale di FA Cup. Sul sito ufficiale della Federcalcio inglese Oliver ha raccontato: “Ho vissuto giorni strani ma sono felice che tante persone mi abbiano aiutato e mostrato vicinanza, per me ha significato molto“.

Oliver ignora Buffon: “Ho ricevuto supporto”

“Ci sono state persone che mi hanno addirittura fermato per strada – ha proseguito Oliver – mi sono commosso. Addetti ai lavori mi hanno chiamato direttamente per manifestarmi il loro supporto”. Dopo giorni di tensione, che il direttore di gara inglese definisce ‘strani’, pare dunque sia arrivato finalmente il sereno. L’arbitro sembra aver completamente sorvolato la questione Buffon, che nei suoi confronti è quello che, pubblicamente, ci è andato giù più pesante di tutti. Anche se è chiaro come il suo del suo discorso, soprattutto quando parla di supporto ricevuto, sottintenda una certa violenza (verbale) ricevuta, ma finalmente le acque si sono calmate anche per lui. La Juventus sembra invece essersi persa in quel mare di polemiche che hanno accompagnato quella partita, ma ora è arrivato il momento di reagire: c’è in ballo uno scudetto.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK