MILAN, ITALY – APRIL 28: Douglas Costa (L) of Juventus FC celebrates with his team-mates after scoring the opening goal during the serie A match between FC Internazionale and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on April 28, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Nel derby d’Italia la Juventus trionfa a San Siro contro l’Inter per 3-2. I bianconeri passati avanti nei primi minuti della prima frazione, e con il vantaggio dell’uomo in più per buona parte della gara, hanno giocato quasi tutto il secondo tempo in svantaggio. Prima Icardi e poi l’autorete di Barzagli sembravano aver condannato alla sconfitta la squadra di Allegri, ma Cuadrado e Higuain hanno dato la scossa decisiva capovolgendo il risultato. A Milano è 3-2 per la Juventus, che conquista così una vittoria fondamentale per la lotta scudetto in una gara che pareva compromessa.

Inter-Juve, la cronaca della gara

La gara di San Siro inizia su ritmi molto alti. Inter e Juve sono propositive e nei primi cinque minuti di gara si vedono tanti capovolgimenti di fronte dopo le folate offensive di entrambe le compagine. La squadra nerazzurra fa pressing alto, ma i bianconeri sono veloci e abili a sfuggire alla pressione degli avversari. La truppa di Allegri è subito pericolosa al 12′ con un colpo di testa di Mandzukic e un minuto dopo trova la rete del vantaggio con Douglas Costa. L’Inter accusa il colpo e al 18′ rimane in dieci uomini dopo l’espulsione diretta di Vecino per aver colpito col piede a martello l’attaccante croato della Juve. La gara si innervosisce decisamente e l’arbitro è costretto a mostrare due cartellini gialli ad altrettanti giocatori bianconeri. La squadra di Allegri è più propositiva, ma spesso preferisce gestire palla invece che attaccare gli spazi. L’Inter comunque prova a reagire, soprattutto sulla corsia sinistra con Perisic, che duella in più occasioni con Cuadrado, occasionalmente schierato nella posizione di terzino destro da Allegri. Il direttore di gara Orsato concede sette minuti di recupero e in pieno extra-time Matuidi sigla il raddoppio, poi annullato dal silent check del VAR per posizione di fuorigioco.

L’Inter inizia la seconda frazione di gioco con un’altra marcia rispetto alla Juve. I nerazzurri aggrediscono gli avversari e al 52′ Icardi segna di testa, su assist da calcio piazzato di Cancelo, il gol dell’1-1. I bianconeri tentano di rispondere, ma nonostante la squadra di Spalletti sia in dieci uomini riesce a tenere alto il ritmo della gara e a chiudere la Juve nella sua metà campo. Al 65′ su cross di Perisic da sinistra, Barzagli la tocca nella sua porta e l’Inter va in vantaggio. La partita continua a tenere un ritmo alto fino all’80’, con i bianconeri che danno il tutto per tutto pur di trovare il pareggio. I nerazzurri stanchi resistono fino al 41′, quando Cuadrado pareggia i conti su un mezzo cross deviato da Skriniar. Tre minuti dopo la Juve spiazza gli avversari con Higuain che sigla la rete del definitivo 3-2 su assist di Dybala da calcio piazzato. I bianconeri conquistano la vittoria in una gara diventata complicatissimi. Chapeau Juve.

TABELLINO

INTER-JUVE 2-3

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio (94′ Karamoh); Vecino, Brozovic; Candreva, Rafinha (81′ Borja Valero), Perisic; Icardi (85′ Santon). A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Lisandro Lopez, Dalbert, Eder, Pinamonti. Allenatore: Spalletti

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Cuadrado, Barzagli, Rugani, Alex Sandro; Khedira (62′ Dybala), Pjanic (80′ Bentancur), Matuidi; Douglas Costa, Higuain, Mandzukic (67′ Bernardeschi). A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Howedes, Benatia, Lichtsteiner, Asamoah, Marchisio. Allenatore: Allegri.

Arbitro: Orsato

Marcatori: 14′ Douglas Costa (J), 52′ Icardi (I), 65′ Barzagli aut. (J), 87′ Cuadrado (J), 89′ Higuain (J).

Ammoniti: 4′ Cuadrado (J), 21′ Pjanic (J), 45′ Barzagli (J), 52′ Mandzukic (J), 77′ Alex Sandro (J), 88′ Brozovic (I).

Espulsi: 18′ Vecino (I)

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK