Higuain Juventus Napoli
Higuain © Getty Images

A 3 giornate dalla fine della Serie A, si tirano le somme: il Napoli è stato un degno avversario

Da -4 a -1 per poi tornare a -4. In questo finale di stagione Juventus e Napoli si inseguono, si mordono le rispettive code, si avvicinano e si allontanano. Uno scontro durato un anno intero con un capovolgimento di fronte che ha portato i bianconeri in vetta alla classifica e potrebbe chiudersi con lo scudetto per la Juve dopo più di mezza stagione dominata dalla squadra azzurra. Oltre ogni polemica, oltre ogni antagonismo sportivo c’è da riconoscere il valore di un avversario, il Napoli, che ha combattuto, per dirla alla modalità juventina, “fino alla fine”.

In realtà, la matematica non ha ancora decretato la Juve campione d’Italia 2018 e a tre partite dalla fine di questa stagione non si è al riparo da clamorosi capovolgimenti di fronte. Guardando agli imminenti impegni di Juventus e Napoli e confrontando ciò che resta dei rispettivi calendari, i ragazzi di Allegri hanno davanti Bologna, Roma e Verona, mentre il Napoli dovrà affrontare Torino, Sampdoria e Crotone. Juventus-Bologna potrebbe già essere decisiva per lo scudetto, se la squadra di Sarri dovesse perdere. La sensazione è che i bianconeri non dovrebbero inciampare in questi ultimi passi, fronteggiando squadre che non hanno nessun piazzamento da conquistare, come il Verona già retrocesso, e la Juventus conquisterebbe il settimo scudetto consecutivo.

Scudetto Juve, un duello avvincente col Napoli

Sta per calare il sipario su un campionato particolarmente avvincente, in cui il Napoli ha impensierito più di una volta la Juventus. Il ritorno dello scontro diretto giocato allo Stadium ha visto trionfare gli azzurri a pochi minuti dal termine. Un passo falso che, per fortuna, non sembra aver compromesso le chance di scudetto Juve. Un avversario, quello partenopeo, che ha duellato per un anno intero, rimanendo al comando della classifica per più di metà stagione. La voglia di conquistare un titolo che manca a Napoli da quasi un trentennio ha spinto la compagine guidata da Sarri a ribaltare risultati apparentemente scontati e a rimontare partite difficili.

Ma la Serie A, salvo sorprese, sarà della Juventus. L’incontrastato dominio bianconero degli ultimi campionati ne è uscito notevolmente ridimensionato, evidente segno di un cambiamento che squadra, società e tifosi devono affrontare. Con avversari come questi coriacei azzurri, la Juventus dovrà ulteriormente rinforzarsi, per confermarsi ancora una volta regina del campionato più bello del mondo.

Alessandra Curcio

 

 

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK