Pagelle Juve-Milan
Juve-Milan Benatia @ Getty Images

Pagelle Juventus Milan – I bianconeri hanno vinto contro il Milan nella finale di Coppa Italia

La Juventus di Allegri ha affrontato stasera il Milan di Gattuso. Dopo un primo tempo equilibrato e terminato 0-0, la finale di Coppa Italia ha incoronato i bianconeri capaci di mettere a segno la bellezza di 4 reti nel secondo tempo.

Juventus-Milan, le pagelle della Juve: Benatia sontuoso

Buffon 7 – Pronti, via e si fa trovare prontissimo sulla conclusione di Cutrone prima di concedere il bis alla mezz’ora con un gran riflesso su Suso. Presente anche nella ripresa su Locatelli e Borini. L’età avanza ma la qualità di Buffon rimane indiscutibile.

Cuadrado 5,5 – Quando accende il motore la fascia destra bianconera prende improvvisamente vita. In fase difensiva però concede troppo e il duo Calhanoglu-Cutrone a tratti prova a metterlo in difficoltà. Sofferenza normale per un attaccante ‘adattato’ in difesa.

Benatia 8 – È praticamente l’ombra di Cutrone. Il centrale ex Roma segue ovunque il centravanti rossonero limitandolo al meglio. Fisico e qualità al servizio della sua Juve, il tutto condito da una doppietta che di fatto regala la coppa ad Allegri. Serata perfetta.

Barzagli 6 – Meno preciso e soprattutto meno reattivo del suo compagno di reparto. Non commette particolari errori ma non sembra troppo sicuro. Nel complesso però porta a casa la sufficienza.

Asamoah 6 – Buono l’impatto sul match soprattutto quando c’è da offendere. Si trova a meraviglia con Costa ma alla lunga soffre troppo la qualità di Suso in corsia. Nella ripresa poco sollecitato dagli attaccanti rossoneri non sbaglia quasi nulla.

Khedira 6 – Poco spazio per i suoi consueti inserimenti. Si limita alla lotta in mezzo al campo. Assist delizioso per Dybala in avvio di ripresa.

Pjanic 6 – È sempre il fulcro del gioco bianconero ma troppo spesso rallenta la manovra. Allegri lo invita spesso ad alzare i giri del motore. (dall’87’ Marchisio sv)

Matuidi 6 – Il francese è chiamato agli straordinari dal punto di vista fisico in virtù del duello tra titani con Kessiè. Poco presente in zona offensiva ma fondamentale uomo ovunque.

Dybala 7 – In avvio di gara parte con ottima personalità trovandosi a meraviglia con il solito Costa. Si accende però solo a tratti e non trova alchimia con Mandzukic. Nella ripresa invece si scatena trovando però sulla sua strada un Donnarumma superlativo nel duello a distanza. (dall’83’ Higuain sv)

Mandzukic 5,5 – Si muove molto ma senza particolari effetti soffrendo la morsa dei centrali milanisti. Fa a sportellate con Bonucci ma i palloni giocabili scarseggiano. È il grande bocciato dell’attacco.

Douglas Costa 7 – Occhi puntati ancora sull’uomo del momento. Il brasiliano si accende a fiammate, regalando imprevedibilità alla manovra bianconera. Le situazioni più pericolose passano tutte da lui. Nella ripresa cambia marcia e trova anche il goal del raddoppio. (dal 73′ Bernardeschi sv)

Juventus-Milan, le pagelle del Milan: disastro Donnarumma

Donnarumma 4,5 – Nessuna sbavatura per tutto il primo tempo. In avvio del secondo sfodera tre grandi parate su Dybala ma non può nulla su Benatia. Fin qui tutto bene prima di incappare in due papere colossali prima su un tiro dalla distanza di Costa e poi in occasione del 3-0 ancora di Benatia.

Calabria 6 – Sulla sua fascia il cliente più scomodo: Douglas Costa. Nonostante qualche difficoltà tiene botta e non disdegna la sortita offensiva.

Bonucci 5,5 – È la partita dell’anno per il grande ex bianconero che limita al meglio Mandzukic per tutto il primo tempo. Difficile da superare anche nell’uno contro uno, è il leader della retroguardia milanista ma cola a picco insieme ai compagni di squadra.

Romagnoli 4,5 – Incerto ed impreciso si fa sorprendere spesso sui palloni aerei come in occasione del goal di Benatia che da il ‘la’ al successo bianconero.

Rodriguez 5,5 – Senza infamia e senza lode. Spinge poco e rimane spesso sulle sue per contenere Cuadrado.

Kessié 6 – Partita muscolare per l’ex atalantino impegnato nel testa a testa con Matuidi.

Locatelli 5,5 – Commette un paio di errori in avvio e fatica anche a trovare la posizione. Non riesce a prendere per mano il Milan  e viene sovrastato dalla mediana di Allegri. (dal 80′ Montolivo sv)

Bonaventura 6 – Fa da raccordo tra centrocampo ed attacco. Prova a punzecchiare la retroguardia bianconera ma cala con i compagni.

Suso 5,5 – Svaria moltissimo a destra ma nella ripresa scompare completamente prima di lasciare il posto a Borini. (Dal 67′ Borini 6 – Entra a giochi già chiusi. Si muove parecchio ma Buffon gli nega la gioia del goal)

Cutrone 5 – La prima occasione del match è tutta per lui ma l’imprecisione e Buffon cancellano il possibile vantaggio. Controllato perfettamente da Benatia non riesce più a trovare lo specchio di porta di Buffon. (dal 60 Kalinic 5 – Peggio impatto non poteva esserci: mai pericoloso ed autore dell’autogoal che vale il poker.)

Calhanoglu 6,5 – La produzione offensiva del Milan passa quasi esclusivamente dai suoi piedi. Crea la grande occasione per Donnarumma e svaria su tutto il fronte offensivo.

 

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK