Giulia Bongiorno, avvocata e presente del Consiglio di Amministrazione della Juventus, a partire da oggi sarà anche Ministro della Pubblica Amministrazione del Governo Conte

Anche un po’ di Juventus nel Governo del neo-presidente del consiglio Giuseppe Conte. Il ministro della Pubblica Amministrazione sarà Giulia Bongiorno, presente inoltre anche nel Consiglio di Amministrazione del club bianconero al fianco di cariche importanti come quelle di Pavel Nedved e Beppe Marotta. L’avvocato Bongiorno è conosciuta anche per aver difenso l’ex allenatore della Juventus, Antonio Conte, durante lo il processo per lo scandalo del calcio-scommesse dell’estate 2012.

Juventus, la carriera anche nell’ambito sportivo della neo-ministro Bongiorno

Come riportato da ‘ANSA.it’ Giulia Bongiorno, 52 anni, palermitana, ha un curriculum di tutto rispetto. La sua popolarità ha avuto inizio nel 1995 quando l’avvocato Franco Coppi, impegnato su molte difese, le affidò la difesa di Giulio Andreotti, che era accusato di collusione con la mafia e dell’omicidio del giornalista Mino Pecorelli. Quel processo le ha cambiato la vita, come lei stessa ha raccontato in un libro. Da quel momento in poi ha avuto una serie di incarichi difensivi di peso, spesso in vicende giudiziarie decisamente mediatiche. Ha assistito società multinazionali, importanti imprese italiane e personaggi pubblici. Qualche nome tra i tanti: Pierfrancesco Pacini Battaglia, il “banchiere un gradino sotto Dio”, il finanziere Sergio Cragnotti, Vittorio Emanuele di Savoia. Molteplici sono stati gli incarichi nel campo della giustizia sportiva: tra i suoi tanti assistiti, i calciatori Cristiano Doni, Stefano Bettarini, Francesco Totti e Antonio Conte, allora allenatore della Juventus. Ha difeso anche Raffaele Sollecito nel processo per l’omicidio di Meredith Kercker.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK