Allegri allenatore Juventus
Massimiliano Allegri @ Getty Images

Massimiliano Allegri dice “No” all’offerta dei blancos per restare alla guida della Juventus e vincere quello che ancora non ha vinto.

“Ho detto di no al Real Madrid perché avevo già un impegno con la Juventus“. Con queste lapidarie parole Massimiliano Allegri ha confermato di aver rifiutato il posto offertogli dalla squadra spagnola. Il tecnico livornese ha quindi dato corpo alle voci che si erano affollate nei giorni scorsi circa un presunto interesse dei blancos. Lo ha fatto in occasione del “Mr Allegri Junior Camp”, quarta edizione del camp che organizza nella sua città, Livorno, per 140 bambini e il cui ricavato andrà rigorosamente in beneficenza. Allegri svela i dettagli della proposta: “Ho ringraziato Florentino Perez che mi aveva chiamato, ma avevo dato la mia parola al club”. Anche il Chelsea aveva provato ad allontanarlo da Torino, ma il suo Sì alla Juventus è stato più forte delle tentazioni.

E a proposito del club che ha deciso di restare a guidare anche per la prossima stagione, la Juventus, Allegri ha parlato anche della stagione futura: “Ora abbiamo azzerato tutto ciò che è successo la scorsa stagione, ripartiamo da zero ma vogliamo lottare per scudetto e Champions League. Napoli, Inter e Roma saranno le nostre avversarie per lo scudetto, l’arrivo di Ancelotti al Napoli è un valore aggiunto ma perdiamo Sarri“. La lotta in Europa sarà dura, ma l’allenatore bianconero è fiducioso: “Una volta abbiamo beccato in finale il Real e abbiamo perso e una volta abbiamo beccato il Barcellona e abbiamo perso. Era anche difficile vincere e per vincere le finali ci vuole anche un pizzico di fortuna, magari sarà la volta buona l’anno prossimo”.

Allegri apprezza Milinkovic-Savic e Cancelo, principali obiettivi di mercato della Juventus

Non possono mancare i riferimenti alle trattative di calciomercato che la Juventus sta portando avanti per rinforzare la squadra a disposizione di mister Allegri per la prossima stagione. Il tecnico bianconero ha preferito non esprimersi totalmente, ma dalle sue parole emergono le sue preferenze: “Milinkovic Savic e Cancelo sono due bei giocatori ma non ne parlo perché non sono nostri. Golovin? Mi dicono che è bravo ma non lo so”. Completa fiducia da parte sua nell’operato di Marotta (che si è espresso sull’affare Cancelo)e Paratici per i nuovi acquisti: “Io vado il 9 trovo la squadra di solito trovo dei buoni giocatori e quest’anno sarà lo stesso”.

Alessandra Curcio

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK