Dazn, come mai si blocca? Tutte le polemiche dopo Lazio-Napoli: ecco cosa è successo dopo il debutto della Serie A sulla nuova piattaforma.

Tutti si aspettavano grandissime cose dalla nuova piattaforma Dazn che trasmetterà tre partite in esclusiva a giornata per tutto il campionato di Serie A. I presupposti c’erano anche perché la Ligue 1 si era già mostrata con grande qualità e numeri importanti. Ieri però col debutto della Serie A qualcosa non ha funzionato e il pubblico si è lamentato.

Dazn, cosa succede?

La partita più volte si è bloccata con utenti disperati per aver pagato un qualcosa che hanno potuto vedere molto al di sotto delle loro aspettative. Inoltre spesso l’audio è andato fuori sincronizzazione con effetti strani che rallentavano o velocizzavano in maniera percettibile i movimenti dei protagonisti in campo e fuori.

Il fattore più criticato però è un altro e su questo l’azienda britannica dovrà assolutamente porre rimedio. La partita infatti è andata in onda con almeno un minuto di differita. L’esempio che fa capire l’imbarazzo è la possibilità di sapere circa 60 secondi prima, se non qualcosa in più, un eventuale gol grazie ai vari livescore presenti in rete. Una situazione inaccettabile nell’epoca dei social network e della divulgazione in rete di informazioni.

Il commento ineccepibile

Ciò che invece va riconosciuto a Dazn è un commento e una serie di professionisti impressionanti. La squadra si è arricchita di moltissimi professionisti targati Mediaset Premium e anche di tanti ex calciatori. La telecronaca è stata fatta dal Re Mida di Mediaset Pierluigi Pardo e vicino a lui abbiamo trovato per il commento tecnico l’ex Juventus Mauro German Camoranesi. Nel post partita insieme alla splendida Diletta Leotta c’era anche Andriy Shevchenko. Rimangono dubbi però sugli interventi da bordocampo che sono stati considerati insufficienti.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK