Allegri allenatore Juventus
Massimiliano Allegri Mercato Juventus

Si è da poco conclusa la seconda partita di campionato della stagione 2018-19 di Juventus e Lazio che si sono affrontate all’Allianz Stadium di Torino.

Queste le parole del tecnico bianconero Massimiliano Allegri rilasciate al termine della seconda gara ufficiale della sua Juventus a Sky Sport: “E’ stata una partita diversa, un impatto fisico diverso da Verona. All’inizio abbiamo avuto fretta. Il pericolo era quello di andare dietro l’entusiasmo per la prima partita in casa di Cristiano Ronaldo. Dovevamo palleggiare di più e avere pazienza. Quando non c’è Dybala non riusciamo a fraseggare tra le linee bene. Comunque abbiamo concesso poco, poi abbiamo fatto bene. Sono contento di quello che hanno fatto i ragazzi. Era una partita importante, il primo scontro diretto”.

Continua Allegri: “Alla fine siamo passati da una frenesia a un momento in cui ci addormentiamo. Dobbiamo essere più veloci con la palla quando gli altri sono stanchi come abbiamo fatto poi. Bisogna lavorare e migliorare su questo. C’abbiamo avuto dentro Cancelo che è un calciatore nuovo, Bonucci rientrato dopo un anno, Ronaldo un calciatore nuovo. Sono il 30% della squadra, c’è bisogno di tempo. I cambi sono stati determinanti con Douglas Costa e Bentancur ed Emre Can che sono entrati molto bene”. 

Allegri e le vittorie di inizio campionato

Massimiliano Allegri © Getty Images

Massimiliano Allegri ha sempre detto di volere una Juventus cinica, ma soprattutto una Juventus capace di portare a casa il massimo risultato in questa fase della stagione ancora incerta e complicata. Ancora una volta ha puntato sulla classe di Miralem Pjanic, chiamato a dettare i tempi di gioco e a disegnare geometrie importanti per il gioco della nuova Juve 2018-19. Il tecnico toscano, si è affidato alla vecchia coppia di difesa, Giorgio Chiellini-Leonardo Bonucci, e ha puntato su due ali come Alex Sandro e Joao Cancelo. A centrocampo ha preferito puntare su Miralem Pjanic, appunto, e Sami Khedira per avere il giusto equilibrio tattico con accanto Emre Can. Poi in avanti tre funamboli come Paulo Dybala, Douglas Costa, in attacco il solo, si fa per dire, Cristiano Ronaldo.

Quest’anno la Juventus dovrà provare a puntare a vincere quella coppa tanto desiderata, la Champions League. Per vincerla ci vuol gioco, campioni, ma anche una buona dose di fortuna, e anche consapevolezza nei proprio mezzi, quelli che ha portato Cristiano Ronaldo. Questa Juve può davvero fare grandi cose e Massimiliano Allegri lo ha più volte ribadito, anche nel pre gara, ma soprattutto nel finale della partita giocata contro il Lazio, giocata all’Allianz Stadium.

Le parole di Massimiliano Allegri

Allegri Juve incontro
Allegri Juve incontro ©Getty Images

La Juventus di mister Massimiliano Allegri era chiamata a dare conferma dopo la vittoria ottenuta contro il Chievo, soprattutto c’era grande attesa per l’esordio a Torino di Cristiano Ronaldo. Leonardo Bonucci era tra i più attesi, visto il ritorno nel suo vecchio stadio dopo 11 mesi di Milan. Applausi e perdono, questo quello che ci si aspettava dal pubblico bianconero e così è stato. Contro la Lazio era una partita importante proprio perchè i bianconeri affrontavano la prima grande della nostra Serie A, un passaggio cruciale per il proseguo della stagione.

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK