Home Tutto della Juventus - News di ultim'ora LIVE Cerimonia Scudetto, Juventus: la grande festa e i voti bianconeri

LIVE Cerimonia Scudetto, Juventus: la grande festa e i voti bianconeri

Live Cerimonia Scudetto. La Juventus si prepara alla grande festa per la conquista dell’ottavo scudetto consecutivo. In diretta LIVE dallo Juventus Stadium.

Festa scudetto Juventus

Juventus, cerimonia Scudetto 2018/19

La Juventus conquista l’ottavo scudetto consecutivo, il quinto di Massimiliano Allegri. I bianconeri si preparano alla grande festa che inizia con l’ingresso in campo dei campioni d’Italia.

Perin 6,5 – Resta umilmente a disposizione del mister e dimostra tutto il suo valore quando viene chiamato in causa.

Pinsoglio 6 – Il terzo portiere perfetto. Giocherà l’ultima da titolare.

Szczesny 7 – Difficile sostituire Buffon, il polacco lo ha fatto con grandi risultati.

Alex Sandro 6,5 – Non una grandissima stagione, soprattutto la seconda parte, ma si conferma tra i migliori terzini d’Europa.

Barzagli 10 – Nel giorno del suo addio, la Juventus saluta uno dei simboli di questi otto anni meravigliosi. Questa stagione lo ha visto più volte ai box, ma si dimostra tra i più grandi di sempre.

Bonucci 8 – Torna alla Juventus e festeggia il suo settimo scudetto con la maglia bianconera. E’, insieme a Chiellini, il grande protagonista della retroguardia bianconera.

Caceres 6 – Torna e conquista il suo terzo scudetto con la maglia bianconera.

De Sciglio 6,5 – Si è fatto trovare pronto quando è stato chiamato in causa.

Rugani 6,5 – Nonostante le critiche si è conquistato una fetta di stagione, disputando partite di alto livello.

Emre Can 7,5 – E’ una delle più grandi sorprese di questa stagione, soprattutto della seconda parte della stessa. Centrocampista duttile e soprendente difensore.

Sami Khedira 6,5 – Stagione sfortunata per lui che porta a casa il titolo numero 19.

Matuidi 7 – Entra in campo con il balletto che lo ha reso famoso dopo le esultanze. Il francese si è confermato uno dei perni del centrocampo.

Bentancur 7,5 – Piacevolissima sorpresa, l’uruguaiano. Allegri lo lancia tra i titolari e non ne esce più. Qualità, quantità e gol lo rendono uno dei centocampisti più interessanti e promettenti d’Europa.

Pjanic 7 – Stagione di alti e bassi per il bosniaco che prende per mano la Juve nei monenti difficili di ogni partita con la sua qualità.

Spinazzola 6,5 – Allegri lo ha aspettato dopo l’infortunio e la gara contro l’Atletico Madrid è servita per dimostrare che il suo sarà uno degli acquisti più importanti per il prossimo anno.

Bernardeschi 8 – Grande protagonista di questo scudetto e di questa stagione bianconera. Picco massimo, la gara praticamente perfetta contro l’Atletico Madrid. Vero fuoriclasse.

Cuadrado 7 – Prima parte della stagione straordinaria per lui, poi l’infortunio e l’operazione che lo tengono fuori per 4 mesi.

Douglas Costa 7 – La stagione parte alla grande per lui, appare imprendibile sulla fascia, poi un leggero calo e qualche infortunio di troppo.

Dybala 7 – Ci si aspettava tanto da lui in questa stagione, ma forse qualche incomprensione con Allegri e l’arrivo di Ronaldo ne hanno limitato l’estro.

Kean 7 – Decisivo in alcuni match, si dimostra sicuramente il giovane più promettente tra i bianconeri e in Italia.

Mandzukic 7,5 – Segna gol pesantissimi contro le big, trascina la squadra con il suo carisma e con la sua grande voglia di battersi su ogni pallone.

Ronaldo 9 – Trascinatore assoluto di questa nuova Juventus. Segna gol importanti, fondamentali per la conquista dello scudetto. Prende per mano la Vecchia Signora contro l’Atletico Madrid portandola ai quarti con una straordinaria tripletta.

CHIELLINI 9,5 – La stagione più importante del capitano bianconero. Sontuosa sotto ogni profilo, personalità, tecnica e qualità atletica. Unico neo, l’assenza nel momento più importante: ai quarti contro l’Ajax.

MASSIMILIANO ALLEGRI 10 – Il grande condottiero, un allenatore umile, bravo e vincente. La Juventus con lui conquista cinque titoli consecutivi, raggiunge due finali di Champions League, ma soprattutto riesce ad ottenere la crescita europea che mancava da anni. Tra i più grandi allenatori della storia bianconera!

 

 

Siamo stati selezionati da Google News come sito accreditato, seguici sempre con un CLICK