Juventus-Sarri, per Repubblica “possibile il divorzio a giugno”

0
161

La Juventus è prima in classifica in serie A e in corsa per i quarti di Champions, nonostante la sconfitta patita nell’andata degli ottavi contro il Lione. Nonostante questo il gioco non decolla, la squadra non regala spettacolo e con le prime sconfitte sono arrivate anche i mugugni dei tifosi.

Maurizio Sarri juventus
Maurizio Sarri

Che non sarebbero i soli a non apprezzare le idee calcistiche del loro allenatore. “Repubblica” ha infatti svelato che già nello scorso autunno alcuni elementi della squadra e anche della società ritenevano l’allenatore Sarri non adatto all’ambiente bianconero.

LEGGI ANCHE –>>Juventus, Mughini: «Allarmato, Sarri non può fare nulla»

Le vittorie, il primato in classifica e il cammino comunque positivo in Champions League e in Coppa Italia hanno fatto sì che la squadra vivesse comunque delle settimane tranquille, ma dopo l’ultimo ko adesso sono in tanti a pensare che il matrimonio tra la Juventus e il tecnico Sarri possa finire già a giugno. Nonostante il presidente Agnelli abbia parlato nei giorni scorsi di “progetto triennale”.

«Non riesco a fare passare il concetto che la palla deve circolare più velocemente. Non so se sia un problema emerso solo con me, se c’era già prima o se i giocatori sono in difficoltà perché non gli veniva chiesto quello che sto chiedendo io, ma resta il fatto che quando la palla gira sotto ritmo il nostro gioco diventa scadente» ha detto l’allenatore mercoledì sera a Lione, sottolineando come non sia riuscito finora a far comprendere le sue idee calcistiche ai giocatori.

Allegri se la situazione precipita

Sempre “Repubblica” ipotizza un clamoroso ribaltone qualora la situazione precipitasse nelle prossime partite. Con Massimiliano Allegri che sarebbe richiamato in panchina per dare un senso al finale di stagione.