Malagò: «Imbarazzante chi parla di una nuova calciopoli»

0
144

Il presidente del Coni Giovanni Malagò non ha dubbi: «I tifosi caricano i loro dirigenti e questi li assecondano finendo di parlare come loro. Non va bene».

Astori
Malagò

Sulla questione relativa a Juve-Inter interviene il presidente del Coni Giovanni Malagò che espone il suo punto di vista, conciliante. L’intervista è stata riportata questa mattina da Repubblica. «Lo slittamento di un turno in tempi ravvicinati mi sembra l’unico modo per garantire al cento per cento la regolarità del campionato. La prossima settimana la Juventus non avrà la Champions League e l’Inter avrà a disposizione tre giorni per recuperare le energie prima dell’Europa League». Queste le sue parole.

LEGGI ANCHE >>> L’attacco senza precedenti di Steven Zhang a Dal Pino, presidente della Lega di Serie A

Malagò su Serie A e Coronavirus

Malagò ha evidenziato come «Calciopoli non c’entra niente, è imbarazzante! Il fatto è che i tifosi caricano i loro dirigenti e questi li assecondano finendo di parlare come loro. Non va bene». Il numero uno del Coni poi dà il suo indirizzo. «La parola rinvio non dovrà più essere usata: come si può rinviare una o più gare di due mesi e mezzo? Quale certezza può garantire una simile decisione? Inter-Samp senza data utile? Vero, e rimane più delicata la situazione di Lombardia e Veneto. Lì il problema è più complesso, però il cerchio si sta chiudendo. Le criticità vanno capite e affrontate in modo adulto, anche perché siamo di fronte a un evento più unico che raro».