Non è il 5 maggio, ma per la Juventus uno scudetto a Udine è sempre bello

0
21

Come il 5 maggio del 2002 la Juventus ha l’opportunità di vincere lo scudetto ad Udine. Come quando Ronaldo il Fenomeno pianse disperato all’Olimpico.

Juventus Ronaldo
@Getty Images

Non sarà bello come il 5 maggio del 2002, ma la festa non mancherà ugualmente. Il giorno della più grande tragedia sportiva del calcio italiano che vide protagonista l’Inter consegnò lo scudetto alla Juventus. La location era Udine e Antonio Conte lanciava frecciatine ai nerazzurri. 18 anni dopo, ne è il suo fiero allenatore e al Friuli rischia di festeggiare la sua vecchia, indimenticata e sempre nominata, compagine. Se Cristiano Ronaldo e compagni strapperanno i tre punti, intorno alle 21.20 alzeranno al cielo il titolo numero 38, il nono consecutivo.

LEGGI ANCHE >>> Bernardeschi, cambio di agente per lasciare la Juventus. Il punto

Lo scudetto e i record di Ronaldo

Juventus (getty images)

Ronaldo non si fermerà stasera e probabilmente non lo farà mai da qui alla fine del campionato. Mancano 4 match (compreso quello odierno) e salvo imprevisti conta di farli tutti, per due motivi. Oltre allo scudetto ha altri traguardi da inseguire, come la classifica dei marcatori, il record di gol in bianconero e quello di Gonzalo Higuain in Serie A. «Più corre in mezzo al campo e segna, più la sua condizione atletica migliora – spiega la Gazzetta dello Sport -. L’obiettivo è essere al top per Juventus-Lione del 7 agosto, quando sarà obbligatorio ribaltare lo 0-1 dell’andata per volare alla final eight nella sua Lisbona».