Cristiano Ronaldo e il timore di saltare il Barcellona. Juventus in apnea

0
21

Cristiano Ronaldo rischia di saltare la sfida stellare contro Messi. La partita con il Barcellona è prevista per iul 28 ottobre, tra 15 giorni. Juventus in ansia.

Parliamoci chiaro, la notizia della positività di Cristiano Ronaldo ha scosso il mondo Juve. Lo ha probabilmente sconvolto, perché il suo campione, il suo uomo bionico ha contratto il Covid-19. A Crotone, in un ambiente caldo contro una matricola terribile che cerca i primi punti, c’è il timore di replicare quanto avvenne con allegri. I rossoblù pareggiarono un match che i bianconeri disputarono in maniera scandalosa. Adesso si teme un forte contraccolpo psicologico: scendere in campo senza il proprio condottiero è qualcosa di preoccupante. Il timore è enorme perché per essere disponibile per la sfida contro il Barcellona, dovrà risultare negativo al COVID-19 almeno 7 giorni prima. Così secondo il protocollo UEFA.

LEGGI ANCHE >>> Chelsea, un calciatore ai ferri corti diventa un’occasione per la Juventus

Cristiano Ronaldo, quali match può saltare

Ora, quindi, la palla passa al tempo. Perché, in virtù del nuovo protocollo con conseguente regola per gli asintomatici, Cristiano Ronaldo potrebbe saltare “solamente” le sfide contro Crotone, Dinamo Kiev e Verona. Sempre ammesso, però, che nei vari passaggi il tampone risulti negativo. Stiamo parlando della migliore delle ipotesi, quella che gli permetterebbe di essere in campo contro il Barcellona di Leo Messi il prossimo 28 ottobre. Perché è lì che vola la testa di tutti i fan juventini e di Andrea Pirlo. Affrontare la trasferta di Kiev e quella in Calabria senza il miglior giocatore del club è un handicap pesante a livello mentale. Intoppi in Ucraina e conseguentemente con i blaugrana in casa, comprometterebbero addirittura la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta.