Pagelle Benevento Juventus 1-1 : Morata killer, Chiesa è un fattore. Dybala..

0
601

Voti e pagelle di Benevento Juventus: andiamo ad analizzare le prestazioni dei bianconeri

Alvaro Morata, Calciomercato Juventus @Getty

Pagelle Benevento Juventus/ Terminata Benevento-Juventus, gara valida per la nona giornata del campionato di Serie A. Dopo un primo tempo chiuso sull’1-1, in virtù delle reti messe a segno da Alvaro Morata e Letizia, nella ripresa le due squadre non sono riuscite a pervenire alla marcatura.

 

Leggi anche–>Calciomercato Juventus, pista tedesca per la mediana

 

Pagelle Juventus

Szczesny 6,5 Si oppone come un felino ai tentativi di Schiattarella e di Lapadula, non può far nulla su Letizia

Danilo 5,5 Soffre in alcune circostanze la velocità e la forza fisica di Lapadula. Non è un centrale e si vede: prova a dimenarsi come può

De Ligt 6 Il ripiegamento difensivo su Improta al 82′ vale un goal. Buona complessivamente la prova dell’ex Ajax

Cuadrado 6 Meno frizzante del solito in fase offensiva, ma dimostra gli enormi passi in avanti fatti in ripiegamento difensivo.

Frabotta 5,5 Timido. Quando si propone sulla fascia, spesso i suoi tentativi sono imprecisi. Si fa apprezzare per un paio di diagonali difensivi piuttosto diligenti

Arthur 5,5 Dà la sensazione di perdere costantemente tempi di gioco, traccheggiando troppo quando invece dovrebbe velocizzare l’avvio della manovra

Ramsey 5 Il peggiore della Juve. Collocato sulla fascia da Andrea Pirlo, non riesce quasi mai ad incidere, non avendo il passo per un cambio di ritmo.

Rabiot 5,5: Primo tempo inguardabile, che vede il francese assolutamente impalpabile. Cresce alla distanza, ma non può bastare

Chiesa 6,5 Frizzante. Suo l’assist per Morata, ma si fa apprezzare per tanto altro, riuscendo ad andare sul fondo con molta continuità

Morata 7 L’ex canterano ormai non sorprende più. Sblocca la contesa con un goal d’autore, dopo aver fatto a fette la difese sannita. Sfiora il goal almeno in altre due circostanze.

Dybala 6 Segnali di risveglio della Joya, che sfiora il goal al 22′ con un sinistro a giro che si spegne a un passo dal palo. Ricama il gioco abbastanza bene, complice una condizione fisica dignitosa. Gli manca il goal, e questo per un attaccante non è un dettaglio