Superlega, siamo alla resa dei conti. E’ la settimana decisiva

0
220

Superlega, settimana decisiva per il primo atto giuridico verso Juve, Barça e Real: squalifica sì ma non subito. Cosa succede a riguardo.

Super LeagueQuesta settimana potrebbe rivelarsi decisiva nella contesa tra l’UEFA e i club rimasti ancorati al progetto SuperLega. Stando alle roboanti dichiarazioni di Ceferin i “ribelli” potrebbero subire sanzioni durissime, inclusa la squalifica dalle coppe. Quanto è realistico tale scenario e quali conseguenze possiamo attenderci? Juventus, Real e Barcellona sono abbastanza sereni, tanto che avrebbero dalla loro una direttiva della Corte Europea. Nemmeno la Uefa, che vive per la sua autonomia, potrebbe contraddirla.

LEGGI ANCHE >>> Vlahovic e Milenkovic, la Juventus ha una strategia precisa. Eccola

Superlega, gli scenari possiibli

Calciomercato Juventus
Dirigenza Juventus, Andrea Agnelli (Getty)

Il Corriere dello Sport ha fatto il punto della situazione questa mattina. Da un lato c’è il procedimento aperto per potenziali violazioni “del quadro giuridico UEFA” ai sensi del Regolamento Disciplinare. Dall’altro, una sentenza del Tribunale commerciale di Madrid (competente per territorio avendo la Super Lega sede in Spagna) che vieta all’UEFA qualsiasi azione o sanzione. I rumors evocano sanzioni sicure. Difficilmente l’UEFA recederà dall’applicazione di squalifiche. Saranno almeno per un anno (due secondo i pessimisti) da tutte le competizioni europee, oltre a multe milionarie. La versione soft prevede almeno sanzioni pecuniarie poiché sembra impossibile che tutto si concluda in nulla. Volendo ipotizzare uno scenario plausibile: quasi certamente Juve, Real e Barca saranno punite (probabilmente con squalifica) ma difficilmente salteranno la Champions League 2021/22. Pare infatti scontato che le eventuali squalifiche rimangano sospese in attesa di completare i vari gradi di giustizia sportiva ma, soprattutto, il giudizio alla Corte Europea che prevede tempi lunghi, anche qualche anno. Data la risonanza del caso e la procedura d’urgenza richiesta, pare lecito attendersi un orizzonte di 6-12 mesi. Comunque, incompatibile con la prossima stagione sportiva.