Calciomercato Juventus, la strategia è chiara dopo l’aumento di capitale

0
221

Agnelli ieri ha spiegato nel dettaglio le necessità dovute all’aumento di capitale. Il calciomercato della Juventus sarà influenzato in che modo?

Calciomercato Juventus
Dirigenza Juventus, Andrea Agnelli (Getty)

Non è immaginabile in questo frangente storico un’operazione da 85,5 milioni alla De Ligt. Secondo la Gazzetta dello Sport dello appartiene a un’altra epoca. I calcoli sull’aumento di capitale e una frase di Agnellisugli «investimenti a supporto del raggiungimento degli obiettivi» però fanno pensare al calciomercato. Una parte, ovviamente molto minoritaria, di quei 400 milioni può essere utilizzata per gli acquisti. Locatelli sembra l’esempio perfetto: un giocatore di 23 anni già affermato e in crescita, utile anche per ricostruire un gruppo italiano.

LEGGI ANCHE >>> Juventus, come cambia il mercato con l’aumento di capitale

Un calciomercato differente

Federico Cherubini, coordinatore Juventus giovanile U23
Federico Cherubini, Juventus (Getty)

Un’operazione a cifre importanti, magari con pagamento dilazionato al Sassuolo, per la Juventus ora è possibile. Per quasi tutti gli altri club italiani, no. Ecco perché questo aumento di capitale influenzerà inevitabilmente gli affari che Cherubini andrà a completare. Ci sono, tuttavia, dei passaggi tecnici che richiedono tempo. La proposta di aumento di capitale sarà esaminata e definita a settembre 2021. Se tutto andrà come previsto, quel denaro potrebbe essere disponibile per fine anno. La motivazione di imbastire trattative con pagamenti a lunga gittata deriva proprio da questi aspetti meramente economici e tecnici.