Milan-Juventus, il “messaggio” di Allegri a Dybala | “In panchina ci va lui”

0
966

Le parole di Max Allegri ai microfoni di DAZN dopo Milan-Juventus: ecco quanto dichiarato dal tecnico livornese.

Termina con un pareggio la sfida di San Siro, in cui la Juventus non va oltre uno 0-0 contro il Milan. Pareggio nel complesso giusto per quanto mostrato dalle due squadre: nel primo tempo si sono lasciati preferire i padroni di casa, nella ripresa sono cresciuti i bianconeri.

Allegri Milan-Juventus Dichiarazioni
Max Allegri ©️LaPresse

Ai microfoni di DAZN, Max Allegri ha espresso il suo punto di vista, commentando la prestazione dei suoi. Ecco le sue parole: “In caso di sconfitta saremmo andati a dieci punti, negli ultimi 25-30 metri bisogna essere un pò più sereni, sbagliamo troppo di misura, nonostante il campo non lo abbia permesso sia a noi che a loro: è stata una bella partita, combattuta, direi con grandi contrasti, giusto il pari.

Nel primo tempo potevamo sfruttare meglio le situazioni in campo aperto, abbiamo incontrato un buon Milan e per noi rimanere a questa distanza direi che è importante perché ci sono ancora tante partite, abbiamo già giocato 2-3 scontri diretti, sono contento perché i ragazzi stanno giocando più da squadra, capiscono come gestire la palla in determinati momenti, è normale che cercavamo di vincere questa sera, ma non ci siamo riusciti.

Abbiamo ereditato una squadra con Locatelli dentro, e un Ronaldo in meno, non è che le caratteristiche dei giocatori sono cambiati. I calciatori sono cresciuti molto. Su 12 partite, per 8 non abbiamo subito goal, forse c‘è bisogno di mettere Landucci in panchina visto che quando ci sono io 4 reti non li facciamo mai.

Crescerà la condizione di Paulo, Morata farà i suoi goal, Moise ci darà una mano, ma non bisogna perdere lo spirito di squadra altrimenti diventiamo troppo presuntuosi e possiamo perdere da chiunque, bisogna combattere, abbiamo un obiettivo importante, dobbiamo recuperare ancora tanti punti. Non potevamo pensare che in 10 partite le altre perdessero tutti i punti di vantaggio: un passettino alla volta, visto come eravamo partiti sono contento. Adesso dobbiamo recuperare, abbiamo speso molto, vedremo a febbraio cosa vedremo.”

Leggi anche –> Calciomercato, Suarez aiuta due volte la Juve: “Prendetelo”

Milan-Juventus, le parole di Allegri nel post partita | Annuncio su Dybala

Allegri ©️LaPresse

Allegri ha continuato: “Stasera era una di quelle partite in cui poteva succedere di tutto, da qui alla fine abbiamo 4 bonus, 3 negli scontri diretti: stasera era uno scontro diretto importante e soprattutto abbiamo tenuto a 7 punti il Milan. per quanto riguarda il piano, alla ripresa abbiamo il Verona: abbiamo tre squadre che giocano allo stesso modo, il Verona, l’Atalanta e il Torino e quindi ci allenano loro, speriamo di imbroccare subito alla prima.

RUGANI –Daniele è un bravissimo calciatore, le qualità non le cambi: ho trovato un giocatore dopo due anni anche con più personalità e serenità. Un giocatore che vuole restare alla Juventus, si mette a disposizione, quando i giocatori hanno la fiducia da parte dell’allenatore possono dare di più. Questa sera Rugani ha fatto una partita – indipendentemente da Giorgio- ha gestito, Rugani ha fatto una partita straordinaria, mettendo i piedi dove è difficile metterli, è un ragazzo che merita. Non è che un anno diventa un brocco.”

DYBALA – “Ha fatto una buona partita, tra l’altro aveva avuto una gastroenterite, questo campo lo ha un pò penalizzato. In attacco ci arriviamo, anche se ci vuole più serenità. Chiesa è un giocatore che strappa, che ci manca. Abbiamo Bernardeschi, Kulusevski, Aké ha caratteristiche da spacca partite, con questi dobbiamo andare avanti.