Calciomercato Juventus, l’affare è ormai decollato: si tratta su un biennale

0
112

Calciomercato Juventus, iniziano le grandi manovre per portare a Torino un giocatore di indiscusso spessore internazionale. 

Ora è il momento di voltare pagina. La stagione 2021-22 è ormai agli sgoccioli. Resta da giocare la partita con la Fiorentina – inutile ai fini della classifica della Vecchia Signora – e poi avrà finalmente inizio la lunga estate bianconera. Salutati due pilastri come Giorgio Chiellini e Paulo Dybala – quest’ultimo scoppiato in lacrime al termine della partita contro la Lazio – in casa Juventus cominceranno le grandi manovre in vista del calciomercato.

Andrea Agnelli, Pavel Nedved, Federico Cherubini ©LaPresse

Massimiliano Allegri è stato molto chiaro con la dirigenza. Per imprimere una decisa accelerata al progetto di ricostruzione serve gente che abbia una certa esperienza. Sarà importante anche valorizzare i giovani – a proposito, c’è da prendere una decisione sul ruolo che avranno in futuro i vari Miretti, Rovella e Fagioli – ma per tornare ad essere competitivi già dalla prossima stagione bisognerà calare un “tris d’assi”. Almeno tre elementi che siano integri fisicamente, che abbiano spessore internazionale e che non abbiano smarrito la fame di vincere. Caratteristiche che sembra possedere uno come Angel Di Maria, ad esempio, finito da tempo nel mirino degli uomini-mercato della Juventus.

Calciomercato Juventus, Di Maria vicino: resta da sciogliere il nodo sulla durata del contratto

Di Maria ©️LaPresse

L’argentino, nonostante i suoi 34anni, andrebbe ad occupare il ruolo lasciato vacante dal suo connazionale Dybala, il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno. Si sta svincolando dal Psg ed è pronto ad iniziare una nuova avventura. L’Italia lo stuzzica, visto che è uno dei campionati europei che non ha avuto modo di conoscere. Trattativa, quella che dovrebbe condurre all’ex Real Madrid e Manchester United, che dovrebbe decollare nelle prossime settimane. L’unico nodo riguarderebbe la durata del contratto.

Secondo quanto riferito dal giornalista di Repubblica Emanuele Gamba, gli agenti di Di Maria spingerebbero per un solo anno di contratto, mentre da Torino chiedono almeno un biennale per rientrare nei parametri del Decreto Crescita e sfruttarne le varie agevolazioni.