Calciomercato Juventus, intesa totale: vola in Portogallo

0
21

Calciomercato Juventus, c’è l’intesa totale. Vola in Portogallo. Ecco tutti i dettagli della trattativa.

Tanti i movimenti cui assisteremo nelle prossime settimane in vista della necessità di Cherubini e colleghi di consegnare diverse pedine a mister Allegri. Abbiamo visto in queste settimane il diffondersi di sempre più voci legate alla possibilità di assistere al grande ritorno di Pogba, cui sono da aggiungersi altri scenari di non minore importanza.

Juventus
Pogba

Il Polpo rappresenterebbe anche una sorta di risposta al grande ripensamento dell’Inter con Lukaku, seppur avvenuto con modalità e tempistiche totalmente diversi. Diversità che interessano anche le tipologie dei due stessi giocatori, accomunati però dalla grande possibilità di entrambi di poter spostare equilibri e modificare le griglie di partenza.

Occhio però a non rendere Paul il fautore di una distrazione che rischierebbe di far passare in secondo piano tanti altri scenari. A partire da quello di Di Maria, attualmente ancora nel pieno di una fase decisionale che non ha ancora superato e che, con ogni probabilità, potrebbe portare gli addetti ai lavori anche ad andare su altri obiettivi.

In attesa di novità su Kostic, rimarchiamo un altro aspetto di non trascurabile importanza.

Calciomercato Juventus, intesa totale con lo Sporting Lisbona

Calciomercato Juventus
Franco Israel ©LaPresse

La necessità cioè in quel di Torino di concretizzare anche diverse uscite che finanzino anche i colpi in entrata. Non ci riferiamo però solo a grandi nomi o operazioni in stile Dybala e Chiellini finalizzate più che alla monetizzazione al liberarsi di ingaggi pesanti o profili dall’età avanzata.

La Juve dovrà infatti ben comprendere cosa fare anche dei non pochi gioiellini presenti nello scacchiere e sui quali andranno fatte valutazioni di non poco conto. Se Miretti è un punto fermo, ben altro futuro potrebbe spettare a Franco Israel, prossimo al passaggio dall’Under 23 sabauda allo Sporting Lisbona per un’operazione che dovrebbe chiudersi intorno al milione di euro ma con alte percentuali di rivendita.

A riferirlo la nota e nobile penna de “La Gazzetta dello Sport“, Giovanni Albanese.