Calciomercato Juventus, controsorpasso Bremer: il no che sblocca Allegri

0
231

Calciomercato Juventus, il difensore granata continua ad essere nel mirino delle due grandi rivali. Ma i bianconeri hanno un asso nella manica.

“Il mio obiettivo è accontentarlo”. Parole e musica di Urbano Cairo, presidente del Torino, durante la presentazione dei palinsesti di La7. A chi si riferisce il patron granata? Ma ovviamente a Gleison Bremer, uno dei giocatori più chiacchierati di questo calciomercato. Il difensore brasiliano ha fatto capire al suo presidente di volere approdare al più presto in una big, così da non perdere quei treni che in carriera non passano tante volte. E il momento sembra essere quello propizio: Bremer è reduce da una stagione fantastica, in cui si è confermato uno dei migliori difensori della Serie A.

bremer
Gleison Bremer ©️Ansafoto

Cairo tenta di alzare la posta e, come ha spiegato ai giornalisti, non riesce a capacitarsi di come lui e Milan Skriniar abbiano valutazioni così diverse. “Se con tutto il rispetto per lo slovacco, che ha due anni in più, ci sono offerte da 70 milioni, allora Bremer vale più dei numeri che circolano”, ha affermato il numero uno di Rcs Mediagroup.

Calciomercato Juventus, la cessione di de Ligt potrebbe cambiare le carte in tavola

Calciomercato Juventus
Bremer ©LaPresse

Le sue parole attestano la volontà di far partire il giocatore, ma indirettamente Cairo fa capire che non lo lascerà andare a prezzi di saldo. Secondo il giornalista Paolo Bargiggia, intervenuto a “One Football Club”, l’Inter è sempre in vantaggio su Bremer. Il brasiliano è la prima alternativa a Skriniar, il cui futuro sarà verosimilmente al Psg. La trattativa sembra ormai decollata e a breve lo slovacco potrebbe volare in Francia. “Sul difensore del Torino – spiega Bargiggia – c’è un ritorno importante della Juventus, visto che la pista Koulibaly è quasi del tutto tramontata. Allegri, tra Bremer e Milenkovic, preferisce il centrale granata. La priorità del difensore, però, restano i nerazzurri, ma a Cairo non piace la formula proposta da Marotta: prestito con obbligo di riscatto. I bianconeri, una volta ceduto de Ligt, avrebbero invece la liquidità che il presidente del Torino desidera”.