Calciomercato, Mertens alla Juventus: l’asso nella manica è una panacea

0
43

Calciomercato, l’ex attaccante del Napoli è più di un’idea: l’occasione che potrebbe far felice Massimiliano Allegri. 

Un’idea maturata all’improvviso, un altro nome che va ad aggiungersi alla lunga lista delle possibili alternative ad Alvaro Morata. Sì, da qualche giorno compare anche quello di Dries Mertens tra gli attaccanti che in questo momento la Juventus sta seguendo con particolare attenzione. Eventuali operazioni low cost per farsi trovare pronti se l’Atletico Madrid dovesse continuare a fare muro per il centravanti spagnolo. Domenica prossima la Juve e i Colchoneros di Diego Simeone avranno un’altra occasione per parlare di Morata: l’amichevole precampionato che le vedrà contrapposte a Tel Aviv, in Israele.

Dries Mertens ©LaPresse

Ma è improbabile che i madrileni aprano al prestito, soluzione che continuano a ritenere impercorribile. Motivo per cui i bianconeri hanno deciso di guardare anche altrove. Si parla di un nuovo interesse per Raspadori del Sassuolo, nel frattempo diventato un obiettivo primario del Napoli. Ma potrebbe non essere solamente l’unico “sgarbo” agli azzurri.

Calciomercato, salgono le quotazioni dell’ex azzurro

Mertens ©️LaPresse

Dopo la fine della lunga avventura con il club partenopeo, Mertens è in cerca di sistemazione. Fosse stato per lui sarebbe rimasto a Napoli, dove ha vissuto gli anni migliori della sua carriera, diventando il giocatore in assoluto più prolifico. Sotto al Vesuvio il belga si era integrato alla perfezione e gli sarebbe piaciuto chiudervi la carriera. Tuttavia, non è riuscito a trovare l’accordo con la società di Aurelio De Laurentiis per il rinnovo e oggi è un “disoccupato” di lusso. A 35 anni sa che può ancora dare qualcosa e – nell’ultima stagione è finito in doppia cifra – e ci sono diverse squadre che vorrebbero puntare su di lui.

Tra cui la Juventus, che accontenterebbe le sue richieste economiche (circa 4 milioni di euro) e consegnerebbe ad Allegri quel tipo di giocatore che in attacco può fare bene praticamente ovunque, sia come esterno che come vice Vlahovic.