Maccabi Haifa-Juventus 2-0: disfatta bianconera in Israele

0
54

Partita chiave in Champions League per la Juventus di Massimiliano Allegri, che oggi è ospite del Maccabi Haifa nella quarta giornata.

Fischio d’inizio alle ore 18.45 per la sfida che si sta giocando in terra israeliana e che mette in palio tre punti d’oro per la classifica.

Maccabi Haifa (4-3-3): Cohen; Sundgren; Batubinsika, Goldberg, Cornud; Levi, Mohamed, Chery; Atzili, Pierrot, David.
Juventus (4-4-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Cuadrado, Paredes (46′ Locatelli), Rabiot, McKennie (46′ Kostic); Di Maria (24′ Milik), Vlahovic.

@LaPresse

Allegri dunque per questa sfida ha scelto una formazione non esageratamente offensiva, inserendo Di Maria al fianco di Vlahovic, con McKennie come esterno sinistro pronto ad accentrarsi. In difesa gioca Rugani con Bonucci.

I momenti chiave di Maccabi Haifa-Juventus

Szczesny ©️LaPresse

La partita non si mette bene per i bianconeri, che dopo 7 minuti sono già sotto di una rete. Dopo un tentativo di Pierrot disinnescato da Szczesny, il Maccabi si è portato in vantaggio con Atzili, che ha deviato in modo sporco un pallone dalla sinistra di Cornud con la palla che si è infilata alle spalle del portiere polacco. Al 22′ altra tegola per Allegri, che perde Di Maria a causa di un problema muscolare. L’argentino era uno degli uomini più attesi di questo confronto. Al posto dell’ex Psg è entrato Milik. Juventus che si è vista pochissimo in attacco e ha anche subito il 2-0 prima del riposo, ancora ad opera di Atzili.

Allegri cambia all’intervallo mandando in campo Locatelli e Kostic, ma la prima occasione arriva solo sugli sviluppi di un corner con Rugani, ma Cohen salva. Allegri getta nella mischia anche Kean e Soulè per una squadra tutta all’assalto. Ma il risultato non cambia più. Il Maccabi vince 2-0 e alla Juve ora in Champions serve un miracolo.