80 milioni sul piatto: la Juventus adesso trema sul serio

0
729

80 milioni di euro sul piatto: la Juventus adesso trema sul serio e potrebbe perdere uno degli obiettivi principali sul mercato. 

Quando arrivano gli sceicchi diventa sempre tutto più difficile. E, uno di questi, potrebbe far tremare la Juventus in maniera importante, visto che sarebbe pronto a mettere la bellezza di 80milioni di euro sul piatto per prendere quell’elemento che la società bianconera ha nel mirino da tantissimo tempo, forse troppo, e che mai ha preso la via di Torino. Un centrocampista di qualità che sembra aver finito il proprio ciclo alla Lazio soprattutto per quello che è un contratto in scadenza nel 2024. Milinkovic-Savic vorrebbe cambiare aria, e andare a giocare in una squadra dove vincere è il primo obiettivo e non quello di qualificarsi alla Champions League. Insomma, vorrebbe fare quel salto di qualità che tutti sognano.

80 milioni sul piatto: la Juventus adesso trema sul serio
©️LaPresse

La Juve glielo potrebbe pure regalare. Ma glielo potrebbe regalare anche il Psg secondo fichajes.net, che pensa al Sergente per la prossima stagione come rinforzo. Un rinforzo che i francesi hanno deciso pure di pagare bene: 80 milioni di euro, come detto, che forse potrebbero pure non bastare per Lotito, che in tempi non sospetti ne ha chiesti 100 e passa, ma che sicuramente farebbero vacillare il massimo dirigente dei capitolini, che sa che non può chiedere la luna soprattutto per quell’accordo che ormai va verso la scadenza naturale.

80 milioni per Milinkovic: la Juve trema

Calciomercato Juventus
Sergej Milinkovic Savic ©LaPresse

Nelle scorse settimane è uscita la notizia di un possibile assalto Juve alla Lazio nel prossimo mese di gennaio con un’offerta di 60 milioni di euro. Soldi che è evidente non bastano e soprattutto è evidente che Lotito, a gennaio, non cederà mai il proprio giocatore. Insomma, l’asta si potrebbe scatenare davvero in estate con una situazione ormai ben delineata. Oltre il Psg, ci saranno diversi top club europei pronti a prenderlo.