TV PLAY | “Sogno Klopp”: la panchina della Juventus salta subito

0
64

Per la Juventus le prossime settimane saranno cruciali per definire quello che sarà il cammino dei bianconeri sia in Italia che in Europa.

Quattro partite in serie A più quella contro il Psg in una Champions League dalla quale si è stati già eliminati. Non ci sono dubbi sul fatto che la squadra di Allegri debba puntare a fare sempre bottino pieno, per rimanere nel gruppo delle prime in Italia e ottenere il pass quantomeno per l’Europa League. Vietato distrarsi dunque.

juvelive.it
Jurgen Klopp @LaPresse juvelive.it

C’è il Lecce nel mirino, ma nel frattempo continua il processo mediatico ad una squadra dalla quale era sicuramente lecito attendersi di più. Visti anche i tanti investimenti che sono stati fatti dal club per accontentare le richieste dell’allenatore.

Juventus, il parere di Repice sul momento dei bianconeri

juvelive.it
La Juventus esulta dopo un gol @LaPresse

Intervenuto ai microfoni di Calciomercato.it in onda su TvPlay il giornalista Francesco Repice ha spiegato come “sia comunque complicato risollevare questo gruppo, per Allegri come per gli altri tecnici che sono passati negli anni passati sulla panchina della Juventus. Secondo me per esempio Pirlo avrebbe dovuto continuare il suo lavoro alla Juventus. Attualmente vedo un po’ una genuflessione per chi propone e fa giocare a calcio. A calcio si vince con i giocatori forti, non per altro, la Juventus ha giocatori che in assoluto possono essere considerati forti ma che in questo momento fanno fatica anche perché la squadra è stata costruita male. In questo momento penso nessuno farebbe meglio là. Il problema della Juventus, e del calcio italiano in generale, è che ci siamo fermati un po’ troppo su aspetti tattici di scarsa importanza, mentre sull’aspetto atletico ci siamo un po’ fermati. Se vedo i giocatori del Benfica che arrivano sempre prima sulla palla, ti saltano sempre in velocità, allora c’è qualcosa che non ha funzionato dal punto di vista atletico. Secondo me non c’è un grosso gap a livello tecnico con le squadre europee in questo momento, ma atletico”. E quando gli si chiede un possibile nome per il post Allegri il giornalista Rai non sembra avere dubbi: “Farei di tutto per portare in Italia Jurgen Klopp“.