“Non c’è niente”: Juventus ribaltata per l’erede di Cuadrado

0
54

Il mese di gennaio è ormai alle porte e si alimentano il giorno dopo giorno le voci di calciomercato per la Juventus.

A breve si insedierà un nuovo gruppo dirigenziale al timone di una società che continuerà a rimanere ambiziosa, con tanta sete di vittorie sia in Italia che in Europa. È chiaro però che bisogna fare degli investimenti mirati affinché la rosa rimanga sempre competitiva.

Calciomercato Juventus, rebus a destra: duello con il Barcellona
@LaPresse

Non è escludere che nel mese di gennaio possa essere fatto qualche acquisto low cost, ma è senza dubbio nel corso della prossima estate che avverranno le maggiori modifiche all’interno dell’organico di mister Allegri. Il tecnico avrebbe senz’altro bisogno di qualche nuovo innesto, specie nel settore difensivo, per poter inseguire lo scudetto. Un obiettivo che è tornato alla portata dopo le tante vittorie consecutive arrivate prima della sosta per i mondiali, che hanno consentito alla Juventus di scalare la graduatoria fino al terzo posto. Da gennaio in poi si tornerà a giocare con tanta voglia di migliorare ancora la propria posizione.

Juventus, per Juranovic c’è anche il Barcellona

Tornando al calciomercato, i bianconeri hanno la necessità di puntellare le corsie esterne e in primis quella destra. Dove Cuadrado non fornisce adeguate garanzie difensive. Karsdorp e Fresneda sono i nomi che stanno circolando, ma non sono i soli.

Juranovic, esterno della Croazia @LaPresse

Si sta parlando anche di un interesse dei bianconeri per Juranovic, 27enne del Celtic che si è messo in grande evidenza ai mondiali con la maglia della Croazia. Calciatore che piace pure al Barcellona. “Non abbiamo ricevuto un’offerta per nessun giocatore. Se c’è un problema o se i giocatori hanno cose in arrivo sul loro futuro, sono sicuro che verranno a trovarmi e il CEO Michael Nicholson parlerà con i loro rappresentanti. Ma giusto ora non c’è niente. Zero. Niente”, ha detto il tecnico Postecoglou, allontanando dunque la possibile partenza di Juranovic. Ma gennaio è un mese lungo e tutto può davvero succedere.