Dal City alla Juventus, non è più un sogno: pokerissimo di stelle

0
152

Dal Manchester City alla Juventus: il sogno potrebbe trasformarsi in realtà. Pokerissimo di stelle per il giocatore di Guardiola

Il sogno potrebbe trasformarsi in realtà. Sì, dal Manchester City alla Juventus. Una cosa che in questo momento forse non si potrebbe nemmeno immaginare. E invece, secondo le informazioni riportate dal giornalista Konur, le cose stanno proprio in questo modo.

Dal City alla Juventus, non è più un sogno: pokerissimo di stelle
Guardiola ©LaPresse

Bene, non fatevi chissà quali pensieri e vi diciamo subito il nome: non si tratta di Haaland (purtroppo), ma di Gundogan, il centrocampista tedesco che va in scadenza di contratto alla fine dell’anno e che sembra essere vicino all’addio. Da quelle parti non sembrano avere intenzione di rinnovare il contratto del giocatore e la sua partenza non è mai stata così vicina. E, nonostante l’età – Gundogan ha 32 anni – il centrocampista piace e anche molto a tutte le big europee che sanno ovviamente di potersi fidare di un giocatore che ha esperienza da vendere e che garantisce almeno un altro paio di stagioni su ottimi livelli.

Calciomercato Juventus, pokerissimo per Gundogan

Occhio però, perché la concorrenza è di quelle importanti. E parliamo dell’élite del calcio europeo. Su Gundogan, infatti, ci sarebbero intanto le big della Liga: Real Madrid, Barcellona e Atletico ovviamente. Oltre al solito Bayern Monaco, anche se, in questo caso, i tedeschi sembrano essere un poco dietro in questa possibile operazione.

Dal City alla Juventus, non è più un sogno: pokerissimo di stelle
Gundogan ©LaPresse

In questo contesto è inserita anche la Juventus, anche se delle valutazioni dovranno essere fatte da qui alla fine dell’annata soprattutto per capire su che progetto puntare. Prendere Gundogan, ovviamente, potrebbe essere un colpo di quelli da ricordare, ma continuerebbe la linea intrapresa all’inizio di questa stagione e che al momento non ha portato i frutti sperati. Una squadra costruita per vincere subito ma che invece è uscita ai gironi dalla Champions League e che è lontana dieci punti dalla vetta della Serie A. Insomma, le cose non sono andate come tutti speravano.