Juventus, ne ha davvero per tutti: attacco social ad Allegri e ai tifosi

0
57

Juventus, non sono passati inosservati i suoi commenti al vetriolo su Twitter. Nel mirino anche alcuni aficionados bianconeri.

Allegri lo schiera spesso e volentieri, ma il fatto che sia ancora sul mercato è la prova lampante che alla Juventus non interessa più di tanto tenerlo con sé. L’addio è dunque all’orizzonte, a maggior ragione ora che c’è un club realmente interessato a lui.

Calciomercato Juventus, firma ufficiale: preso un nuovo portiere
©️LaPresse

A pubblicare l’indiscrezione, qualche ora fa, è stato Gianluca Di Marzio, che ha fatto sapere che Weston McKennie sarebbe ad un passo dall’accettare l’offerta del Leeds. Le due società sono ancora in trattativa, ma l’accordo non sarebbe poi così lontano. Il centrocampista americano pare seriamente interessato a un’esperienza in Premier League. E non resta che definire, a questo punto, gli aspetti puramente economici della situazione.

Juventus, il papà di McKennie non le manda a dire

A meno che McKennie non decida di fare retromarcia, ora che un’altra squadra ha bussato alla sua porta. Anche l’Arsenal gli avrebbe messo gli occhi addosso, secondo gli ultimi rumors, per cui è evidente che la trattativa con il Leeds possa complicarsi.

Juventus, ne ha davvero per tutti: attacco social ad Allegri e ai tifosi
McKennie ©️LaPresse

Ma i Gunners dovranno fare i conti con un problema di non poco conto, ossia l’avversione che i tifosi sembrano nutrire nei confronti del duttile centrocampista. In tanti, sui social network, hanno manifestato la propria perplessità in merito a questo “affare”. Uno di loro ha addirittura pubblicato la cronistoria degli infortuni di McKennie, come a voler sottolineare il fatto che tenda a “rompersi” un po’ troppo spesso. Ed è stato a questo punto che in difesa del figlio, come racconta Fanpage, è intervenuto il papà del giocatore, John. “Questo perché non si lamenta di piccoli infortuni – ha tuonato l’uomo, stanco di tutte quelle critiche – e va avanti finché non ha assolutamente bisogno di cure mediche! Posso apprezzare un ragazzo come questo nella mia squadra!”. John McKennie ha poi replicato ad un tweet in cui si puntava il dito contro Max Allegri. Reo di aver schierato Federico Chiesa in un altro ruolo in occasione della partita, poi persa, contro il Napoli.

Ma non per difendere il tecnico livornese, quanto per difendere, ancora una volta, il figlio: “Com’è possibile – ha scritto ancora il padre del centrocampista statunitense – che quando Mckennie viene messo fuori ruolo va bene e i tifosi sono pronti a cederlo se non gioca secondo i loro gusti? È una tifoseria prevenuta!”.