Ribaltone in panchina e nuovo gioiello in attacco: notte fonda per la Juventus

0
337

Ribaltone in panchina ed è anche pronto un nuovo gioiello per l’attacco che interessava anche alla Juve. Notte fonda per i bianconeri

Sembra essere arrivata davvero al capolinea l’esperienza di Diego Simeone all’Atletico Madrid. Una stagione disastrosa per i Colchoneros che sono stati anche buttati fuori dalla Coppa del Re dal Real Madrid. L’eliminazione in Champions ha fatto il resto, senza tenere conto del campionato, ormai andato. O, per meglio dire, mai davvero iniziato.

Ribaltone in panchina e nuovo gioiello in attacco: notte fonda per la Juventus
Simeone ©LaPresse

Insomma, un ribaltone è nell’aria e potrebbe arrivare anche alla fine di questa stagione. Chiudere prima appare impossibile ovviamente. Ma in tutto questo, secondo le informazioni riportate da ElNacional.cat, la dirigenza madrilena si starebbe guardando intorno cercando di capire a chi affidare la panchina. E il nome potrebbe essere quello dell’ex selezionatore della Spagna, Luis Enrique, che dopo il Mondiale al momento è senza lavoro.

Ribaltone in panchina, Luis Enrique si prende Ferran Torres

Qualora i madrileni riuscissero a prendere l’ex allenatore della Roma, avrebbero inoltre un primo obiettivo in mente: il nome è quello di Ferran Torres, attaccante che al Barcellona sta trovando poco spazio, e che invece con il tecnico ha avuto ampio spazio al Mondiale. Insomma, un cocco di mamma, anzi, cocco di suocero, visto che Ferran Torres è legato sentimentalmente alla figlia dell’allenatore.

Ribaltone in panchina e nuovo gioiello in attacco: notte fonda per la Juventus
Ferran Torres ©LaPresse

Torres, in tempi non sospetti, era stato accostato alla Juventus anche. E potrebbe diventare un obiettivo anche nella prossima estate, soprattutto se Di Maria, come pare, dovrebbe salutare la Continassa per trovarsi un’altra squadra. Ma in questo modo, con questo possibile e probabile ribaltone in panchina, il colpo rimane in canna e solamente in canna potrebbe rimanere. Difficile che Torres possa rifiutare, qualora arrivasse, l’offerta di Luis Enrique che lo metterebbe in campo sempre, in ogni situazione, così come ha fatto in Qatar tra il novembre e il dicembre dello scorso anno.